Costrinse barista a riaprire caffetteria, senza consumare nulla. Sconterà altri 4 mesi

Un 40enne di Seclì sconterà gli ultimi mesi di pena residua presso la sua abitazione. I militari di Aradeo lo hanno raggiunto, a seguito di un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Trieste. I fatti risalgono al 2006: l'uomo minacciò un barista e la dipendente, per farsi preparare bevande che non consumò neppure

Il Tribunale di Trieste (TriestePrima)

SECLI' – I militari della stazione di Aradeo hanno tratto in arresto Enrico Martino Greco, 40enne di Seclì, a seguito di un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di sorveglianza di Trieste. I fatti risalgono al settembre 2006, quando Greco, a Pordenone, giunge  ubriaco davanti ad un bar il cui proprietario, proprio in quel momento, stava per  abbassare la saracinesca.  Ma Greco non si è dimostrato “d’accordo” con l’idea della chiusura.

 Ha minacciato il malcapitato titolare della caffetteria, e la sua dipendente, obbligandoli a riaprire l’attività per farsi preparare il caffè.  L’incubo, per il gestore, è proseguito per oltre tre ore, durante le quali Greco, sempre sotto minaccia, ha obbligato le due vittime a preparargli diverse bevande, tutte poi non consumate.greco enrico martino-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come se non bastasse, ha impedito loro di allontanarsi e di chiedere aiuto. Il 40enne salentino è stato poi arrestato e condannato per sequestro di persona. Gli rimanevano da espiare gli ultimi 4 mesi di pena per i quali il Tribunale di sorveglianza di Trieste ha disposto la detenzione domiciliare, che ora sconterà presso la propria abitazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento