Padre e figlio colti in flagranza a rubare la recinzione di una casa cantoniera

Gianfranco e Giuseppe Gatto, rispettivamente di 53 e 21 anni, di Surbo, sono stati fermati dai carabinieri della tenenza di Copertino. Forse i furti perpetrati anche in altri giorni. La costruzione sorge in Contrada Cascioni. La pattuglia attirata da diversi rumori sospetti

COPERTINO – Padre e figlio finiscono nei guai con l’accusa di furto aggravato. Gianfranco e Giuseppe Gatto, rispettivamente di 53 e 21 anni, di Surbo, sono stati colti in flagranza dai carabinieri della tenenza di Copertino.

Durante il servizio di pattugliamento del territorio, una pattuglia di militari, transitando lungo Contrada Cascioni, nelle vicinanze di una casa cantoniera, hanno udito rumori sospetti provenire dal retro della costruzione. La presenza di un furgoncino bianco parcheggiato nei pressi della Casa Cantoniera ha insospettito ancora di più i carabinieri che hanno deciso di verificare meglio cosa stesse accadendo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Così, hanno trovato i due intenti a smontare parte di una recinzione di ferro. Fermati e perquisito il mezzo (intestato alla moglie e madre dei due fermati) a bordo sono state trovate, già smontate, altre parti della stessa recinzione. Peraltro altre sezioni, forse smontate nei giorni precedenti, sono state rinvenute anche sotto a una tettoia posta nei pressi della casa cantoniera. Condotti in caserma, sono stati arrestati e, su disposizione del pm di turno, Elsa Valeria Mignone, posti ai domiciliari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • “Vai a casa mia e sposta tutto”. Ma vedono il messaggio e trovano la droga

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Colpo in testa e via con i soldi: portiere dell’hotel aggredito per rapina

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento