Paga per un aspirapolvere, ma non arriva. Denunciata donna per truffa

Un uomo di Marittima di Diso ha segnalato l'episodio al commissariato di Otranto. Gli agenti di polizia hanno rintracciato la persona che aveva ricevuto il pagamento di 450 euro per l'elettrodomestico, messo in vetrina online, ma mai fatto arrivare. Ha precedenti denunce

OTRANTO – C.M., una donna di 45 anni originaria di Grottaglie, ma residente a San Severo, è stata denunciata a piede libero per truffa. E’ stata rintracciata dagli agenti di polizia del commissariato di Otranto ai quali si è rivolto un cittadino di Marittima di Diso. Questi era stato attratto dal prezzo d’offerta per un aspirapolvere e aveva deciso di provvedere all’acquisto online. Ma – come a volte accade – a casa non gli è arrivato nulla.   

L’uomo s’è recato presso il commissariato alla fine di gennaio. Nella denuncia ha specificato che, pochi giorni prima, mentre navigava su Internet, aveva notato sul sito web Subito.it un annuncio che pubblicizzava la vendita dell’elettrodomestico per 420 euro. L’offerta gli era parsa allettante, per cui aveva contattato la venditrice, la 45 enne della provincia di Foggia, sia sul telefono cellulare, sia via e-mail.

I due si erano accordati sulle modalità di vendita e l’acquirente aveva effettuato un bonifico di 450 euro sul conto corrente della donna. Ma dopo una vana attesa di alcuni giorni, dell’aspirapolvere nessuna traccia. Capito di essere finito in un tranello, si era deciso a presentare denuncia.

Le indagini hanno consentito di rintracciare e identificare la donna, scoprendo peraltro come fosse già stata già denunciata in passato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cambiando argomento e parlando della prevenzione, nell’ultima settimana, gli agenti della squadra volante del commissariato idruntino, hanno identificato e controllato 350 persone e 270 veicoli. E’ scattato il sequestro amministrativo di due veicoli, poiché i titolari circolavano senza la copertura assicurativa obbligatoria. Quattro altri autisti sono stati sanzionati per non avere sottoposto i veicoli alla revisione obbligatoria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento