Cronaca

Palazzo Marchesale, legittima aggiudicazione dei lavori

È legittima l'aggiudicazione dei lavori per il restauro e la ristrutturazione del Palazzo Marchesale del Comune di Matino in favore della società Edilgamma srl. L'ha stabilito il Consiglio di Stato

tar_lecce-45

MATINO - È legittima l'aggiudicazione dei lavori per il restauro e la ristrutturazione del Palazzo Marchesale del Comune di Matino disposta dall'amministrazione comunale lo scorso 9 febbraio in favore della società Edilgamma srl. È quanto ha statuito con decisione cautelare del 13 luglio la V sezione del Consiglio di Stato, così ribaltando l'opposto giudizio espresso in aprile dal Tar di Lecce.

Nel giudizio di primo grado, il Tar aveva accolto il ricorso proposto dalla società Nicolì Srl, seconda in graduatoria, difesa in giudizio dall'avv. Luigi Quinto, e aveva annullato l'aggiudicazione della gara d'appalto per vizi relativi alla redazione dell'offerta tecnica, affermando che l'indicazione della durata dei lavori già in sede di offerta tecnica avrebbe influito sull'attribuzione dei punteggi complessivi, alterando il giudizio della commissione in favore della società aggiudicataria.

Pronunciatosi in sede cautelare sul ricorso in appello di Edilgamma, il Consiglio di Stato ha invece completamente ribaltato sentenza di primo grado e ha accolto le tesi difensive sostenute dai legali della società appellante, gli avvocati Ernesto e Savero Sticchi Damiani, i quali hanno evidenziato che, nel caso in questione, l'inserimento del dato relativo ai tempi di esecuzione dei lavori nell'offerta tecnica, oltre che essere giustificato sulla base di un disciplinare di gara equivoco sul punto, non aveva in realtà prodotto alcuna alterazione rispetto alle valutazioni della commissione di gara, tenuto anche conto della irrisorietà dello scarto di punteggio in astratto riferibile allo stesso.


Il Consiglio di Stato, pertanto, ritenendo"la non evidenza dell'effetto discorsivo provocato dall'inserimento del dato relativo al tempo di effettuazione dei lavori nella busta contenente l'offerta tecnica, in considerazione del tenore del criterio di aggiudicazione indicato al n. 3.b. del disciplinare di gara (ottimizzazione delle soluzioni di cantiere per il controllo dei tempi contrattuali) ha concluso per la sospensione dell'esecuzione della sentenza del Tar, consentendo in tal modo alla società Edilgamma S.r.l. di proseguire con i lavori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palazzo Marchesale, legittima aggiudicazione dei lavori

LeccePrima è in caricamento