Paletta, ma non sono agenti: rapinato in strada della sua Bmw

Disavventura nel tardo pomeriggio per un ristoratore 56enne in via Giammatteo. L'uomo fermato da due soggetti con una Bravo, che si sono finti esponenti delle forze dell'ordine. Il malcapitato è stato spinto. Indagano i carabinieri

Foto di repertorio.

LECCE – Erano in due, a bordo di una Fiat Bravo. Effettivamente, uno dei modelli di vettura usati anche dalle forze dell’ordine. Era pomeriggio inoltrato, ormai buio, e via Giammatteo, nella zona più inoltrata, in uscita da Lecce, in questo periodo dell’anno non vanta certo un traffico intenso. Il luogo migliore, avranno pensato i malviventi, per dissimularsi carabinieri, poliziotti, o finanzieri in un’auto civetta e abbordare quella vettura di grossa cilindrata, una Bmw 640 coupè. Bottino che doveva davvero fargli gola, dal valore ingente (attorno ai100mila euro). Alla guida c’era un ristoratore salentino di 56 anni. Era solo. E quando ha visto la paletta davanti a sé, non ha potuto fare altro che rallentare e accostarsi al ciglio della strada.

Una rapina on the road, dunque, ma con la solita, pericolosa, tecnica dello speronamento. I malviventi che hanno agito ieri pomeriggio, attorno alle 17,30, sono stati un po’ più raffinati. E hanno giocato la loro partita sull’effetto sorpresa. Con la Bravo hanno superato all’improvviso la Bmw, poi, dal finestrino del lato passeggero, è spuntata una paletta. Poteva essere simile, appunto, a quella delle forze di polizia. Ma oggetti del genere, come palette segnaletiche rifrangenti, sulle quali magari apporre una stampa per darle un “tono”, sono davvero di facile reperibilità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 56enne ha capito solo dopo aver fermato l’auto, di essere finito in una trappola. Uscito dall’abitacolo, pronto a porgere i documenti, all’improvviso ha visto uno dei due soggetti venirgli incontro a passo svelto e, senza tanti complimenti, spingerlo da parte con forza. Mettendosi al volante della Bmw, per subito partire in direzione delle marine, seguendo il complice con la Bravo. Non sembra che i due avessero armi. Probabilmente, non hanno avuto necessità di mostrarne. Tutto, per loro, è filato liscio come l’olio. Al malcapitato non è rimasto fare altro che chiamare i carabinieri. Le indagini sono in mano ai militari della stazione di Santa Rosa. Sono al vaglio le immagini di videocamere della zona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento