Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Palpeggia ragazza nel seggio, denunciato 72enne

Un anziano, approfittando delle concitate fasi di spoglio elettorale, avrebbe allungato più volte le mani verso una giovane rappresentante di lista, trovata in lacrime da una poliziotta

Succede di tutto, durante le elezioni. Davvero di tutto. Ma in questo caso non si sta parlando né di fotografie scattate dentro le urne per attestare il voto (di ieri i casi di Lecce e San Cesario di Lecce), né del "mercatino elettorale" e della presunta compravendita di voti. No davvero, perché in questo caso il discorso è, se possibile, persino più grave e riguarda un anziano 72enne di Lecce che, intorno alle 17, forse interpretando in modo molto personale la parola "spoglio", proprio durante le operazioni di spoglio all'interno di uno dei seggi elettorali, avrebbe pensato (male) di allungare le mani e palpeggiare più volte una giovane rappresentante di lista.

La ragazza è stata notata nell'atrio di una scuola da una poliziotta presente per il servizio di vigilanza. La giovane era appartata, tremante, piangeva. Da lì le domande e l'incredibile racconto. Stando a quanto sostenuto dalla giovane, l'anziano, approfittando della ressa in quelle concitate fasi, avrebbe allungato la mano, toccandole una coscia. In un primo momento la giovane si sarebbe tirata indietro, pensando semplicemente ad un gesto involontario. Ma pochi istanti dopo l'arzillo e un po' troppo focoso 72enne avrebbe fatto qualche passo in avanti, e questa volta con maggior foga, avrebbe spostato la giacca, adagiata sull'impugnatura della borsa, spingendo la mano fino all'inguine della giovaine. E questa volta, di involontario non poteva esserci davvero nulla.

Terrorizzata, la rappresentante ha chiesto ad un collega di scambiarsi di posto. Ma l'anziano, tenacemente, a quel punto, si sarebbe rivelato ancora più esplicito: ponendo le mano all'altezza dell'organo genitale e fissandola negli occhi, le avrebbe fatto capire che si sarebbe rivisti dopo. Un gestaccio che ha provocato la fuga nell'atrio e le lacrime, che hanno attirato la poliziotta. E dopo la ricostruzione del fatto, la chiamata in causa della Digos. Gli agenti, intervenuti in borghese, con la massima discrezione possibile, evitando che i presenti potessero accorgersi di quanto stava avvenendo, hanno rintracciato l'uomo, accompagnandolo in questura e denunciandolo a piede libero per violenza sessuale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palpeggia ragazza nel seggio, denunciato 72enne

LeccePrima è in caricamento