Brucia rifiuti nel suo terreno, anche parti plastiche ed elettrodomestici

Nei pressi di Parabita denunciato un uomo. I carabinieri forestali hanno trovato il materiale ancora nel pieno della combustione

PARABITA – Continuano le segnalazioni nel Salento per incendi accesi nelle zone di campagna, allo scopo principale di bruciare rifiuti, e si fanno sempre più intensi i controlli che, nelle ultime ore, hanno portato all’ennesima denuncia. È successo in località Rischiazzi, nei pressi di Parabita, dov’è stato denunciato a piede libero un uomo sorpreso dai carabinieri forestali di Gallipoli.

Ad avvisare i militari sono stati alcuni cittadini. Alla segnalazione è seguito un sopralluogo. E i forestali, una volta arrivati, hanno trovato le fiamme ancora vive. Nei guai è così finito il gestore del terreno, al quale è stato imputato di aver realizzato un’attività di smaltimento illecito di rifiuti pericolosi e non, poi distrutti con le fiamme (che provocano a loro volta esalazioni nocive).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In questo caso, all’interno del terreno, era stato costituito un cumulo di materiale vegetale misto a plastiche, un televisore e parti di autoveicoli (costituiti da elementi ferrosi). Tutto poi bruciato, per sbarazzarsene, invece di seguire l'iter corretto per lo smaltimento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento