Donna caduta nel vano, indagine e perizia per verificare il montacarichi

L'assurdo incidente sabato pomeriggio a Parabita. La vittima, una stilista locale, è ancora in prognosi riservata. Il pubblico ministero ha aperto un fascicolo contro ignoti per lesioni colpose

LECCE – C’è il funzionamento di un montacarichi al centro dell’indagine aperta per chiarire le cause che hanno portato al grave ferimento di C.C., 64enne di Parabita, nota nel circondario come stilista di moda e per la gestione di un atelier. Lei, da sabato pomeriggio, si trova in ospedale, al “Vito Fazzi” di Lecce, in prognosi riservata e per il momento non è in grado di parlare. Ha riportato alle gambe fratture multiple da precipitazione, ovvero che sarebbero compatibili con una caduta dall’alto. Di fatto, solo con le visite in ospedale, si è chiarito cosa potesse essere successo: una caduta da non meno di tre metri, nel vano di un montacarichi presente in casa.

È stato il marito a ritrovarla nel vano, e inizialmente si è pensato a un malore a causa del quale la donna fosse scivolata, perdendo i sensi, ma direttamente dal piano terra. Ma in ospedale la situazione è cambiata. I medici hanno riscontrato ferite compatibili con una caduta da una certa altezza. A quel punto, si è ipotizzato che la donna possa essersi ritrovata all’improvviso davanti a un guasto, mettendo il piede in fallo da una posizione più elevata dell’abitazione (il montacarichi in questione collega il laboratorio alla terrazza).  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul posto, oltre agli operatori del 118, che quel pomeriggio l’hanno trasportata in codice rosso in ospedale, sono intervenuti anche i carabinieri della stazione di Parabita. Questi ultimi si sono ripresentati il giorno dopo, per sequestrare vano e montacarichi. E ora, come atto dovuto per fare chiarezza e nominare un perito per accertamenti sull’impianto sollevatore, il pubblico ministero Paola Guglielmi ha aperto un fascicolo per lesioni colpose contro ignoti. Sarà fondamentale anche l’ascolto della donna, una volta che le sue condizioni le consentiranno di poter parlare con gli investigatori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento