Lunedì, 26 Luglio 2021
Cronaca Stadio / Via Papa Giovanni Paolo I, 2

Parco dei bambini, pericolo attraversamento: Adoc chiede limite velocità

“Le famiglie hanno fatto notare alla nostra associazione – si legge in una nota - che il viale che costeggia il parco viene percorso a forte velocità dagli automobilisti, generando una condizione di estrema pericolosità soprattutto per piccoli”

LECCE – Ogni qualvolta viene inaugurato un parco è sempre una grande festa. Se poi è per i bambini, ancora di più. Come l’area comunale attrezzata per il divertimento dei più piccoli inaugurata a dicembre dello scorso anno su viale Giovanni Paolo II, la strada che porta allo stadio e verso la marina di San Cataldo.

Ma Adoc, l’associazione per la difesa e l’orientamento dei consumatori, se da una parte plaude per il servizio offerto dal Comune, dall’altra punta il dito contro la carenza di un sistema di sicurezza per i pedoni e i fruitori del parco: “Le famiglie hanno fatto notare alla nostra associazione – si legge in una nota - che il viale che costeggia il parco viene percorso a forte velocità dagli automobilisti, generando una condizione di estrema pericolosità soprattutto per la fruizione dei piccoli utenti.”

Adoc chiede pertanto al Comune di Lecce che, in corrispondenza del Parco, venga istituita su viale Giovanni Paolo II una “zona 30km/h”, che prima del Parco vengano installati appositi rallentatori sulla carreggiata e venga ridotta la sezione della strada, almeno sulla carreggiata con direzione periferia-centro che lambisce il Parco stesso. Adoc chiede inoltre che l’attraversamento pedonale del parco sia illuminato e presidiato da apposita segnaletica lampeggiante.

“Solo così – conclude la nota - si potrà garantire sicurezza alle famiglie e ai bambini che frequentano il Parco e si potrà ridurre anche l’inquinamento acustico e atmosferico generato dal traffico intenso sul viale Giovanni Paolo II”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco dei bambini, pericolo attraversamento: Adoc chiede limite velocità

LeccePrima è in caricamento