Cronaca Cavallino

"Parco eolico a Cavallino ad alto impatto ambientale"

Il Consiglio comunale approva il progetto: 11 torri alte 80 metri saranno installate tra via Caprarica e nei pressi della zona commerciale. Ma la minoranza si dice contraria

Undici torri alte 80 metri, di cui 5 saranno installate in via Caprarica e 6 di fronte l'area commerciale, in prossimità della discarica. E' il parco eolico di Cavallino, progetto per l'energia pulita che il consiglio comunale ha approvato senza l'appoggio dei gruppi di minoranza dell'Unione e dell'Udc.

Non ci stanno i sette consiglieri di minoranza e così sottoscrivono un comunicato dove avvertono che "l'impianto in questione sarà gestito da aziende non locali che venderanno l'eventuale energia prodotta alla rete elettrica nazionale, di cui in nostro comune riceverà il 3 per cento annuo. Una decisione assunta - continua la nota - senza valutare l'impianto ambientale che gli impianti avranno sul territorio, senza avviare alcun studio sulla ventosità esistente, la cui bassa intensità potrebbe anche non garantire un'adeguata produzione elettrica, tale da non ripagare lo squarcio che verrà arrecato al nostro paesaggio".

L'opposizione fa quadrato contro il parco eolico e parla di "scelta frettolosa detta solo dall'esigenza di procacciare ulteriore risorse finanziarie per le casse comunali che non saranno certamente utilizzate né per fini ambientali né per abbassare le tasse, così come dimostra l'esperienza di questi ultimi anni con l'utilizzo dei proventi annui della discarica". E allora "pur condividendo scelte e investimenti per la produzione di energia pulita da fonti rinnovabili - aggiungono i consiglieri all'opposizione - ci opponiamo alla realizzazione del parco eolico al fine di tutelare il paesaggio, l'unica risorsa ambientale da difendere dopo che la salubrità dell'aria è stata compromessa dalla presenza della discarica e dal depuratore".

Il vice sindaco Gaetano Gorgoni ovviamente non ci sta e parla di strumentalizzazione che viene utilizzata dalla politica in generale: "E' il ruolo della minoranza contraddire le scelte della maggioranza - taglia corto - così se a governare la città si fossero trovati loro e avessero deciso di progettare il parco eolico, un'altra minoranza avrebbe si sarebbe opposta. Ma la questione vera è che il nostro comune può vantare una serie di impiegati voltaici già in fase di realizzazione, energia pulita che andrà a sommarsi a quella che produrrà il parco eolico. Il risparmio sull'energia pubblica, Palazzo comunale, edifici scolastici, illuminazione delle strade, sarà pertanto notevole. Non solo, immaginiamo di poter investire energia pulita anche nelle zona Pip, dove nelle vicinanze nascerà appunto il parco eolico"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Parco eolico a Cavallino ad alto impatto ambientale"

LeccePrima è in caricamento