Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Sorpresi a pescare sugli argini del bacino Idume. E scattano le sanzioni

C'è tanto di cartello con su scritto che da quelle parti è vietato cacciare e pescare perché l'area del Parco di Rauccio è protetta. Eppure qualcuno è stato trovato "armato" di canna e mulinello per sperare nella pesca "grossa"

 

LECCE  – C’è tanto di cartello con su scritto che da quelle parti è vietato cacciare e pescare perché l’area è protetta. Eppure qualcuno è stato trovato “armato” di canna e mulinello per sperare, chissà, nella pesca “grossa”. Alcuni pescatori sono stati infatti sorpresi dalle Guardie Ecozoofile dell’Associazione nazionale protezione nazionale natura e ambiente, che fanno capo all’assessorato alle Politiche ambientali del Comune di Lecce, sugli argini del Bacino Idume, in piena area protetta, più precisamente nel Parco naturale regionale bosco e paludi di Rauccio. E così sono scattate sanzioni e sequestri, vale a dire 52 euro di ammenda e il sequestro di tutta l’attrezzatura in possesso dei pescatori. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpresi a pescare sugli argini del bacino Idume. E scattano le sanzioni

LeccePrima è in caricamento