Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

"Parlo come mangio", continua il percorso di educazione ambientale a Racale

Attenzione puntata dall'istituto comprensivo locale sul tema dell'alimentazione sostenibile: laboratori musicali e di scrittura creativa, nell'interesse per il proprio ambiente e la cultura, anche alimentare. Presentazione domani

RACALE - Continua il percorso di educazione ambientale intrapreso tre anni fa dall’istituto comprensivo di Racale, con l’iniziativa culturale “Parlo come mangio”, inserita dalla commissione nazionale Unesco nel programma delle attività del Decennio dell’educazione allo sviluppo sostenibile.

L’attenzione è puntata sull’alimentazione sostenibile, con un atteggiamento che si potrebbe definire Glocal, Globale e Locale contemporaneamente. L’interesse per il proprio ambiente, la propria cultura, anche alimentare, viene arricchito dall’esperienza di un gemellaggio, realizzato, tramite l’associazione di volontariato internazionale Vis, con una realtà scolastica della foresta amazzonica (San Lorenzo in Perù), impegnata in un percorso didattico parallelo.

Il progetto di quest’anno coinvolge tutti gli ordini scolastici dell’Istituto in attività laboratoriali musicali e di scrittura creativa. Le esperienze si svolgeranno grazie alla collaborazione con la scrittrice di libri per l’infanzia Chiara Lorenzoni, che li coordinerà tutti a titolo completamente gratuito. In particolare, i bambini di alcune classi delle scuole dell’infanzia di Racale svolgeranno laboratori musicali, con i loro genitori e le loro maestre Roberta Chetta, Emanuela Tenuzzo, Elisabetta Parlati, Orietta Pellegrino, Antonella Corsano, Ivana Marzo e Annarita Russo. A supportare la scrittrice Chiara Lorenzoni, le performances musicali realizzate, sempre a titolo gratuito, da un complesso di ottoni “The Fantasy Brass”, costituito da parenti e amici delle famiglie degli alunni coinvolti nel progetto.

I componenti sono Massimiliano Crespino, Dario Spennato, Tommaso Sabato, Giordano Coronese, Alessandro Maisto. Gli alunni di alcune classi V della scuola primaria e di una classe I della scuola secondaria di I grado, saranno guidati da Lorenzoni in laboratori di scrittura creativa che porteranno alla realizzazione di filastrocche sul cibo. Le insegnanti coinvolte sono Annarita Savoia, Dosolina Morena, Annarosa Ferramosca, Carmelina Duma e la Orsolina Fontò. Tutte le esperienze didattiche, svolte parallelamente anche dalla scuola di San Lorenzo in Perù, porteranno alla realizzazione di un prodotto multimediale.

Il progetto sarà presentato alla cittadinanza venerdì 1 marzo alle 18,30, con un seminario presso l’aula magna della sede di via Piemonte dell’Istituto comprensivo di Racale. Relatori saranno: Chiara Lorenzoni, con l’intervento- “Da Romeo Mozartin e la frutta canterina” al progetto per la scuola “Parlo come mangio”- e Ferdinando Boero dell’Università degli studi del Salento, che presenterà il suo libro “Economia senza natura, la grande truffa”.

L’iniziativa ha il patrocinio del Comune di Racale, della Provincia di Lecce, dell’Università del Salento, del Gal Serre Salentine. A chiusura delle attività, l’evento culturale dell’11 aprile 2013 alle 18,30, presso la stessa sede e con i medesimi relatori, programmato con la finalità di realizzare un dibattito sulle tematiche, inerenti la sostenibilità ambientale, sulle quali è incentrato il progetto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Parlo come mangio", continua il percorso di educazione ambientale a Racale

LeccePrima è in caricamento