Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Pasquetta bagnata. E ora i leccesi sperano ne "lu riu"

Temperature in calo, pioggia battente, forti venti per buona parte della giornata. Nel lunedì di festa in tanti hanno dovuto rinunciare alla gita fuori porta. Diversi, comunque, i turisti in città

E adesso i leccesi sperano ne "lu Riu". Anche se le previsioni dei meteorologi, per domani, martedì 25, non lasciano molte speranze: "Cielo irregolarmente nuvoloso, con possibilità di fenomeni pomeridiani. Temperature quasi invernali in ulteriore calo: massime sui 13-14, minime sui 4-7°. Venti in rotazione da Maestrale con raffiche sostenute. Mari molto mossi". Recita così https://www.supermeteo.com, il portale meteo del Salento e della Puglia. Insomma, come regalo, nell'uovo di Pasqua, i salentini hanno trovato un bel collier di pioggia placcato di nuvole di piombo. E addio gite fuori le mura per Pasquetta.

Nonostante le indicazioni lusinghiere dell'Apt sui flussi turistici e sulle prenotazioni, che sarebbero pari ai dati già registrati lo scorso anno (parola di progetto Monitor: https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=7000), la pioggia battente ed i forti venti hanno frenato l'entusiasmo dei più. In molti hanno smaltito i bagordi di sabato e domenica con un surplus di sonno fra un morbido guanciale, e solo i temerari hanno sfidato il maltempo dirigendosi verso le località marittime. Anche se a Gallipoli e ad Otranto sono stati accolti da venti come raffiche di mitra. Così, in tanti hanno preferito restare chiusi rimanere nel capoluogo. Sebbene il barocco di Lecce sia rimasto ingabbiato sotto una coltre di nubi dense, con rovesci improvvisi per tutta la mattinata - inframmezzati da timide schiarite - e nel primo pomeriggio.


I bar del centro hanno iniziato a lavorare solo dopo pranzo, facendo leva soprattutto sui tanti visitatori, armati di macchinetta fotografica, provenienti da parte della Puglia e anche da fuori regione. I quali hanno dovuto combattere anche contro il freddo. Già, perché le temperature sono precipitate letteralmente: massime sui 16-18°, minime comprese fra i 9 ed i 12°. Inverno pieno. Per qualche rialzo, bisognerà attendere il prossimo week-end.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pasquetta bagnata. E ora i leccesi sperano ne "lu riu"

LeccePrima è in caricamento