Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca

Durante il colloquio passa "erba" al convivente detenuto: scoperta e arrestata

Una modica quantità di marijuana è stata introdotta nel carcere di Borgo San Nicola da una donna che era andata a trovare il compagno, detenuto nel reparto di massima sicurezza. Superato il primo controllo, è stata però colta in flagrante anche con l'ausilio della videosorveglianza

LECCE  - Si era recata lunedì scorso nel carcere di Borgo San Nicola per trovare il proprio convivente, ma è finita ai domiciliari per spaccio di sostanza stupefacente aggravata dal fatto che il fatto è stato commesso nella casa circondariale.

Gli addetti alla vigilanza del settore colloqui, infatti, nell’ambito delle attività di prevenzione disposte dal comandante Riccardo Secci, hanno subito scoperto il passaggio di una modica quantità di marijuana tra la donna, M.C., 32enne di Cavallino e un 40enne originario dello stesso comune, detenuto nel reparto di massima sicurezza in applicazione di una ordinanza di custodia cautelare per associazione a delinquere di stampo mafioso e per associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti.

La marijuana, custodita in un involucro termosaldato, era stata occultata dalla donna nelle parti intime e grazie a questo escamotage aveva superato il primo controllo. Grazie alle telecamere gli agenti di polizia penitenziaria hanno però colto il momento in cui il detenuto riusciva a prendere la sostanza e nasconderla nei propri indumenti intimi.

A quel punto è bastato perquisire l’uomo e fermare la donna, nella cui autovettura è stato trovato un ulteriore quantitativo di marijuana e una sostanza ritenuta verosimilmente cocaina. I domiciliari sono stati disposti dal sostituto procuratore, Francesca Miglietta. La 32enne è assistita dall’avvocato Luigi Rella. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Durante il colloquio passa "erba" al convivente detenuto: scoperta e arrestata

LeccePrima è in caricamento