Cronaca

Passa il filobus e giù le saracinesche

L'Unione commercianti leccesi sul piede di guerra quando mancano ormai poche ore al primo passaggio dimostrativo del mezzo elettrico, previsto tra le 14 e le 15

"Pronti a chiudere tutte le attività abbassando le serrande al passaggio del filobus". E' l'altra faccia della questione metropolitana di superficie. Così, mentre mancano ormai poche ore al primo passaggio dimostrativo del filobus a Lecce, previsto intorno tra le 14 e le 15 di oggi tra viale De Pietro, via XXV Luglio, via Fazzi e viale Lo Re, l'Unione commercianti leccesi si dice pronta a manifestare contro il progetto del Comune abbassando le saracinesche dei negozi durante il passaggio del mezzo.

"I commercianti erano già pronti ed avevano organizzato una protesta contro questa amministrazione comunale che per anni è stata poco attenta al tessuto produttivo della città.
Pronti a chiudere tutte le attività abbassando le serrande al passaggio del filobus, serrande che purtroppo moltissimi di noi dovranno abbassare non appena questo progetto assurdo verrà portato a termine": E quanto afferma in una nota il presidente della Ucl Stefano Stifani, che aggiunge: "Ma così come nascosti e segreti sono i progetti, nascoste e segrete sono le inaugurazioni, fare girare il filobus domani alle ore 14 per non incappare nel traffico e nel caos è una vergogna".

"Sarà impossibile rispettare i tempi di percorrenza previsti - si chiede Stifani - e verranno eliminati migliaia di parcheggi. Dove parcheggeranno le 100mila auto che ogni giorno giungono a Lecce? Forse negli sterrati spacciati per parcheggi? Dove metteranno le auto i residenti?Le lasceranno a 10 chilometri di distanza e prenderanno i mezzi pubblici (che non girano di notte), ed i commercianti? Che fine faranno?. Lecce senza i bellissimi negozi e le tradizionali botteghe non sarebbe così bella come è oggi. Il solo basolato e le verdi rotatorie non bastano per attirare i turisti. Gli operatori della movida, i commercianti del bellissimo centro commerciale all'aperto (Storico, Mazzini e viali) sono una risorsa ed un valore aggiunto che va tutelato ed incentivato. I commercianti da anni chiedono all'amministrazione delle soluzioni alternative - conclude - e abbiamo chiesto la creazione delle aree di sosta a tempo nelle zone dove il filobus toglierà i parcheggi, non chiediamo nulla di strano, vogliamo solo lavorare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passa il filobus e giù le saracinesche

LeccePrima è in caricamento