Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Pasticciere condannato per molestie alla ex dipendente. Le dovrà 30mila euro

L'avrebbe palpeggiata in più occasioni e in una circostanza l'avrebbe strattonata e bloccata contro il muro nel tentativo di strapparle un bacio. L'uomo, originario di Lizzanello, ha l'attività a Copertino. Molto probabilmente sarà avanzato appello

LECCE - L'avrebbe palpeggiata in più occasioni e in una circostanza l'avrebbe strattonata e bloccata contro il muro nel tentativo di strapparle un bacio. E' questa la vicenda per la quale ieri è stato condannato a tre anni di reclusione Michele Damiano Bianco, 43 anni, originario di Lizzanello, titolare di una pasticceria di Copertino, dove risiede. Non solo. La sentenza emessa nelle scorse ore dal gup Stefano Sernia contempla anche il pagamento di 30mila euro alla presunta vittima, una ex dipendente, che si era costituita parte civile con l'avvocato Anna Inguscio.

Ieri, l'avvocato Alberto Alfieri che assiste Bianco ha cercato di dimostrare la sua innocenza, facendo presente al giudice che la querela fu strumentale perché sporta dalla ragazza dieci giorni dopo il licenziamento. Durante le indagini, inoltre, furono ascoltati alcuni dipendenti e una ex impiegata che riferirono di non aver mai notato alcun atteggiamento anomalo del datore di lavoro nei riguardi della collega che sostiene invece di essere stata molestata proprio nel laboratorio, in più circostanze, dall'agosto 2011 al maggio del 2013.

Proprio per mancanza di riscontri il pubblico ministero Donatina Buffelli, titolare del fascicolo d'inchiesta, chiese l'archiviazione, ma il giudice Carlo Cazzella accolse l'opposizione presentata dall'avvocato Inguscio, ordinando al magistrato di formulare la richiesta di rinvio a giudizio. Alla fine, Bianco è finito al banco degli imputati per violenza sessuale, ma la Procura non ha cambiato idea. Tant'è che ieri, il sostituto procuratore Maria Rosaria Micucci aveva chiesto la sua assoluzione.

Non appena saranno depositate le motivazioni della sentenza (entro novanta giorni), l'avvocato Alfieri valuterà il ricorso in appello. La vicenda quindi potrebbe tornare al centro di un nuovo processo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pasticciere condannato per molestie alla ex dipendente. Le dovrà 30mila euro

LeccePrima è in caricamento