Patteggiano e tornano in libertà i sei tifosi arrestati prima del derby

I sei tifosi arrestati domenica hanno patteggiato pene tra i quattro e gli otto mesi. A tutti inflitti anche due anni di Daspo

Il materiale sequestrato.

ANDRIA – Hanno patteggiato la pena (sospesa per tutti) i sei tifosi giallorossi (tutti incensurati) arrestati domenica sera dai poliziotti del commissariato di Andria. Il giudice del Tribunale del Trani Andrea D’Angeli non ha convalidato gli arresti, ritenendo scaduti i termini per la convalida. I sei tifosi sono stati fermati prima de derby tra il Lecce e la Fidelis Andria. Qualcuno tra la carovana dei tifosi giunti nella città federiciana, ha lanciato un petardo. Gli agenti sono intervenuti e hanno bloccato e perquisito la tifoseria. Alcuni di loro sono stati sottoposti a fermo in possesso di materiale esplodente e oggetti ritenuti atti ad offendere (si tratta di due petardi, una sorta di bomba carta, due fumogeni di tipo nautico, e tre aste porta bandiera). In tre sono anche stati accusati di resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale (per essersi divincolati dagli stessi). Altri cinque sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per aver incitato alla violenza e aver preso parte agli episodi che hanno creato turbativa dell’ordine pubblico.

Quattro mesi la pena per Mirko Manca, 25enne nato a Copertino; sei mesi per Simone Favale, 24enne nato a Campi Salentina; Gian Paolo Martina, 32enne nato a Lecce; e Antonio Alessandro, 26enne nato a San Pietro Vernotico. Cinque mesi per Gabriele Pallara, 28enne nato a Galatina; e otto mesi Nicolò Corrado, 23enne nato a Lecce. I reati contestati a vario titolo sono di travisamento, resistenza a pubblico ufficiale, detenzione e lancio di materiale esplodente. Ad assisterli gli avvocati Massimo Bellini, Laura Minosi, Gianni Erroi, Giorgia Giannone, e Raffaele Lomartire.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I sei salentini sono tronati in libertà dopo due lunghissimi giorni trascorsi nel carcere di Trani. A tutti sono stati inflitti due anni di Daspo relativi a tutti gli incontri di calcio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento