Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca Leverano

Paura a Leverano: cane randagio azzanna bambina

La bimba, di 7 anni, stava giocando ieri sera con i suoi amichetti nel cortile vicino casa, in zona Tenuta Canisi, quando è stato morsa alla testa e alle braccia dall'animale. Ricoverata in pediatria

Forse un gioco finito male, con l'innocenza e l'inesperienza dei suoi sette anni, forse una mossa falsa - a volte basta uno scatto repentino -, che ha messo in allarme quel grosso cane randagio e che l'ha condotto ad un'aggressione feroce. La prognosi è di quindici giorni, salvo complicazioni. Significa che tutto sommato le è andata bene. Ma le conseguenze sarebbero potute essere peggiori, e in ogni caso la bambina è costantemente tenuta sotto osservazione dai medici. Il tempo forse cancellerà le paure, anche se per ora non dimenticherà facilmente il grande spavento. Ci sono quelle ferite lacerocontuse sul corpicino, alla testa ed alle braccia e c'è il ricordo, ancora vivo, dell'animale che si lancia su di lei e del padre, Mario Giannotta, che interviene e lo allontana, e che poi la prende in braccio, per una corsa in ospedale.

Il fatto è accaduto ieri sera, intorno alle 19, a Leverano. Un giorno di festa, nel ricordo della "Resistenza", il "ponte" per qualche giorno di vacanza per tante famiglie, i bambini che possono giocare fino a tardi. La bimba di 7 anni si trovava in un cortile nei pressi di casa, in località "Tenuta Canisi", una zona a sud di Leverano, oltre la periferia estrema, un'area di campagna costellata da alcuni casolari. Stava giocando con altri amichetti, quando, all'improvviso, è stata aggredita da quel cane randagio di grossa taglia, meticcio, privo di collare e di qualsiasi segno che ne indicasse la proprietà. L'animale l'ha morsa più volte, forse a causa di qualche movimento che l'ha innervosito.

Fortunatamente, il padre, che si trovava nelle vicinanze, ha visto tutto ed è riuscito ad allontanare il cane prima che potesse fare danni più seri, trasportando la figlia presso il pronto soccorso dell'ospedale di Copertino, dov'è tenuta in osservazione nel reparto di pediatria. Il cane, invece, che tra l'altro sembra fosse già stato avvistato nella zona da alcuni giorni, è stato braccato da carabinieri della stazione locale e dalla polizia municipale, insieme a personale veterinario dell'Asl di Lecce. In tarda serata lo hanno catturato e trasportato presso canile di Copertino. Al momento è trattenuto in attesa di accertamenti sul suo stato di salute.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paura a Leverano: cane randagio azzanna bambina

LeccePrima è in caricamento