menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pellet ricavato da pedane e assenza di permessi: due denunce e sigilli a opificio

Sequestro all’interno di una ditta nella zona artigianale di Surbo da parte dei carabinieri della stazione e del nucleo forestale. Riscontrate irregolarità nella produzione del combustibile

SURBO - I controlli nella zona artigianale di Surbo, messi in auge dai carabinieri della stazione locale e del nucleo forestale del comando di Lecce e di Bari, hanno portato a riscontrare alcune irregolarità all’interno di una azienda del posto che ha determinato anche la segnalazione all’autorità giudiziaria dell’amministratore e di un socio della ditta e il sequestro all’interno dell’impianto.        

Nel corso delle verifiche nell’opificio artigianale, specializzato nella produzione, riparazione, e vendita  di pedane in legno per imballaggio, i militari hanno verificato che la ditta produceva e commercializzava anche del combustibile a biomasse, ovvero pellet, imbustato con etichette che sono risultate però difformi in relazione al materiale utilizzato. Infatti per la produzione del pellet è stato appurato che venivano utilizzate proprio le stesse pedane in legno invece del legno vergine, previsto dalla normativa di settore in materia, così come invece veniva riportato nelle etichettature.

I controlli amministrativi, secondo quanto verbalizzato dai carabinieri, hanno accertato inoltre l’assenza delle autorizzazioni rilasciate dal Comune di Surbo. L’area artigianale in questione e l’impianto sono stati posti sotto sequestro. Per i due soci responsabili è scattata la denuncia.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid nel Salento: incidenza di nuovi casi in chiara ascesa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento