Per l'ennesima volta prende a botte la madre che finisce al pronto soccorso

Gianluca Cazzato, 19enne di Acquarica del Capo, arrestato dai carabinieri della stazione di Presicce. Quello della notte scorsa sarebbe solo l'ultimo episodio in ordine di tempo di maltrattamenti fra le mura domestiche. La donna medicata a Scorrano e giudicata guaribile in una settimana

PRESICCE – Avrebbe agito in più occasioni, maltrattando i genitori. Quello della scorsa notte, dunque, sarebbe solo l’ultimo episodio in ordine di tempo che vede protagonista Gianluca Cazzato, 19enne di Acquarica del Capo.

Il giovane, peraltro già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato dopo che la madre è stata costretta alle cure dei sanitari. A causa di un’aggressione, la donna ha dovuto richiedere l’intervento del 118. Trasportata presso il pronto soccorso dell’ospedale “Ignazio Veris Delli Ponti” di Scorrano, è stata giudicata guaribile in sette giorni per le lesioni riportate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

CAZZATO-2-2Cazzato, come detto, non sarebbe però nuovo a certe sfuriate. I carabinieri della stazione di Presicce, dipendenti dalla compagnia di Tricase, infatti, hanno raccolto indizi circa episodi avvenuti in passato, sempre al chiuso delle mura domestiche. Fermato e condotto in caserma, è stato poi dichiarato in arresto e trasportato presso il carcere di Lecce. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo alla Scu: droga ed estorsioni. Scatta il blitz, dieci arresti

  • Accoltella la madre e poi si lancia nel vuoto: tragedia in una famiglia salentina

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Mistero a Nardò: dopo la cena con marito e figli scompare nel nulla

  • Vento e pioggia, strade trasformate in fiumi. Auto in panne e allagamenti

  • Rintracciata a Ostia: il 30 giugno, dopo cena, era uscita senza fare rientro

Torna su
LeccePrima è in caricamento