Cronaca

PERRONE:"SCELTA SORPRENDENTE ED IRRESPONSABILE"

Sciopero dei lavoratori dell'igiene urbana nonostante le aziende per la raccolta dei rifiuti solidi urbani bloccano di fatto i trasferimenti da Lecce a Melendugno

Il sindaco di Lecce Paolo Perrone

Se l'Ato blocca i trasferimenti degli operatori ecologici da Lecce in altra sede lo sciopero dei lavoratori paventato per oggi sarebbe alquanto inopportuno. E' la posizione del sindaco del capoluogo salentino Paolo Perrone, il quale parla di "decisione che suscita qualche perplessità". Alcune delle sigle sindacali hanno infatti deciso di confermare l'agitazione nonostante nell'incontro di ieri tra i rappresentanti delle amministrazioni comunali di Lecce e Melendugno, quelli delle aziende Aspica ed Enotecnica e tecnici dell'Ato Le, è emersa la volontà di procedere alla verifica complessiva dei servizi e la decisione delle aziende di non procedere allo spostamento del personale.

"Si tratta di una scelta irresponsabile - dice Perrone - dal momento che si è deciso di scioperare nonostante l'annullamento da parte delle aziende della procedura di trasferimento dei lavoratori. Mi pare che fosse proprio questo il motivo dell'astensione dal servizio. Ci sfuggono i motivi reali di una decisione di questo tipo, peraltro non condivisa da tutti i sindacati. Si è trattato di uno sforzo importante da parte dell'amministrazione comunale e delle imprese a seguito del quale mi aspettavo un comportamento più responsabile".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

PERRONE:"SCELTA SORPRENDENTE ED IRRESPONSABILE"

LeccePrima è in caricamento