Cronaca

Perseguita un finanziere di cui è innamorata folle, chiesto il rinvio a giudizio

Continue offerte di natura sessuale e appostamenti. Fissata a novembre l'udienza preliminare. Ma intanto lei è in una casa di cura

LECCE – Tanto tuonò che piovve. Ne ha combinate così tante, che il pubblico ministero Maria Rosaria Micucci ha chiesto il rinvio a giudizio per una donna di 49 anni della provincia di Lecce che sembra avere un vero e proprio chiodo fisso: rendere la vita impossibile a un sottufficiale della guardia di finanza, di quattro anni più grande di lei, con continue e imbarazzanti offerte di natura sessuale (sempre respinte), messaggi, telefonate, appostamenti, colpi di citofono a getto continuo, persino tentativi d’intrusione in casa usando astuti sotterfugi. L’udienza preliminare è stata fissata per il 21 novembre prossimo, davanti al gup Cinzia Vergine.     

Costretto a cambiare abitudini di vita

Un’ossessione è dir poco. Tanto che il militare, consapevole di trovarsi di fronte a una persona instabile, ha tentato in ogni modo di respingerla cercando di evitare di giocarsi la carta più dura, quella della denuncia penale. Cosa che alla fine è stato costretto a fare, visti gli imbarazzanti teatrini persino di fronte a moglie, altri parenti, amici e conoscenti. Situazioni che in qualche caso avrebbero potuto anche suscitare involontariamente ilarità agli occhi di un osservatore esterno, se non fosse che lo stalking è un problema molto serio, tanto da indurre spesso le malcapitate vittima di turno a cambiare abitudini di vita pur di sfuggire alle grinfie del persecutore, con stati d’ansia e turbamento continui. Fatto accaduto anche in questa storia in cui stalker è una lei.

Ha già un divieto di avvicinamento alla vitima

Disturbi della personalità erano conclamati, prima che arrivasse una denuncia, tanto che la 49enne era già in cura. In seguito a un divieto di avvicinamento di 200 metri ai luoghi frequentati dalla vittima emesso dall’autorità giudiziaria, è stata anche disposta un’ulteriore perizia psichiatrica. E al momento la donna si trova confinata fra le mura di una struttura riabilitativa che dista molti chilometri dal paese in cui sia lei, sia l’uomo risiedono. Un ricovero che rappresenta una misura di sicurezza provvisoria.

Astuti sotterfugi per cercare di incontrarlo

La persecuzione è iniziata nell’aprile del 2016 ed è andata avanti almeno fino al gennaio del 2017. Persino in quei momenti in cui la donna avrebbe mostrato segni di pentimento, si sarebbe manifestato comunque un comportamento martellante. N’è testimone quella volta che, per farsi perdonare, avrebbe offerto una guantiera di dolci. Omaggio rifiutato dall’uomo, costretto persino in quell’occasione a rifugiarsi in casa, per poi essere assillato da colpi di campanello continuo alla porta.

Non è mancato un tentativo d’introdursi negli ambienti del finanziere, inventando una scusa: si sarebbe presentata in casa dei genitori del militare, sostenendo di essere stata inviata proprio da lui per vedere alcuni appartamenti. Per fortuna, l’anziana coppia non disponeva delle chiavi. Il finanziere è difeso dall’avvocato Francesco Cazzato, la donna dall’avvocato Antonio Romanello.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perseguita un finanziere di cui è innamorata folle, chiesto il rinvio a giudizio

LeccePrima è in caricamento