Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Pesca datteri nell'area marina protetta, bloccato sub

I finanzieri della sezione operativa navale di Gallipoli hanno bloccato un uomo a Torre Castiglione di Porto Cesareo. In quattro ore di immersione, aveva pescato 8 chili e mezzo di datteri di mare

IMG_4373

PORTO CESAREO - Pescava datteri di mare, e per giunta nell'Area marina protetta. Per questo un sub è stato bloccato e denunciato a piede libero, dai militari della sezione operativa navale della guardia di finanza di Gallipoli, nel corso di un'attività di vigilanza e repressione della pesca di frodo. Il fatto è avvenuto nella zona di Porto Cesareo.

I finanzieri hanno operato insieme a personale dell'ufficio locale marittimo. Dopo vari appostamenti, sono riusciti a sorprendere l'uomo, proprio mentre era intento in una battuta di pesca. In circa quattro ore di immersione, a Torre Castiglione, il sub aveva pescato un ingente quantitativo di datteri, ben 8 chili e mezzo, che i militari hanno sottoposto a sequestro insieme alle bombole e la restante attrezzatura utilizzata per la raccolta.


Il responsabile è stato denunciato all'autorità giudiziaria per le violazioni sulla pesca del mollusco, che comprendono le aggravanti per la distruzione e deturpamento di bellezze naturali, considerato il fatto che il tutto è avvenuto in un'area protetta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pesca datteri nell'area marina protetta, bloccato sub

LeccePrima è in caricamento