Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca Gallipoli

Pesca di frodo di polpi: in sette prendono multe salate

Fra ieri e oggi la squadra nautica della polizia di Lecce ha sanzionato pesantemente pescatori non profesionisti fra le zone di Gallipoli e Ugento. Tutto il pescato (oltre 80 chili) in beneficienza

Non si arrestano le battute di pesca di frodo. E ancora una volta nel mirino della squadra nautica della polizia di Lecce finiscono diverse persone. Ieri i primi due identificati. Oggi altri cinque, tutti nelle zone costiere che corrono fra Gallipoli ed Ugento. Nel primo caso, si tratta di due pescatori non professionisti di Gallipoli, fermati ieri e identificati quando erano da poco usciti dall'acqua con un carico di polpi. Sono stati scoperti dagli agenti nell'ambito di un servizio "ad hoc", istituito a tutela delle risorse biologiche, e multati pesantemente. Il primo gallipolino, un 36enne, è stato fermato al momento della consegna di ben dieci chilogrammi di molluschi octopus, che stavano per essere venduti ad un magazzino ittico della zona.

Il secondo, un 41enne, stava rientrando da una battuta di pesca; aveva con sé otto chilogrammi di polipi. Tutto il pescato, per un peso totale di 18 chilogrammi, è stato posto sotto sequestro ed i due uomini multati con una pena pecuniaria di 1000 euro a testa. E visto che sono stati trovati in ottima conservazione, i polpi sono stati consegnati, come da prassi, in beneficenza. A avvantaggiarsene due istituti caritatevoli: la comunità San Francesco d'Assisi di Gemini (frazione di Ugento) e la comunità terapeutica riabilitativa psichiatrica "Itinera".


E questa mattina, sempre nell'ambito dello stesso servizio, volto al contrasto dell'attività senza licenza, che pregiudica quella legittima dei pescatori professionisti, la squadra nautica a bordo delle motovedette di stanza a Gallipoli ha sorpreso nelle acque di Torre Pali, Torre Vado e Lido Marini, altri cinque pescatori non professionisti che a bordo di quattro natanti avevano appena effettuato battute di pesca di molluschi del genere octopus, volgarmente detto polipo. Durante i controlli si è riscontrato che a bordo dei natanti vi erano in tutto ben 64 chilogrammi di polipi. Il pescato è stato sequestrato ed i contravventori sanzionati al pagamento di una pena pecuniaria di mille euro. Anche in questo caso il pescato è stato destinato in beneficenza presso alcuni istituti caritatevoli di Gallipoli, Squinzano e Galatone impegnati nella riabilitazione psichiatrica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pesca di frodo di polpi: in sette prendono multe salate

LeccePrima è in caricamento