Cronaca Gallipoli

Pesca di frodo: polpi a chili, multe fino a 2mila euro

Fermati dalla squadra nautica della questura due gallipolini. Avevano oltre 20 chili di "octopu" appena presi. Hanno ricevuto contravvenzioni. Il pescato, non più vivo, è stato devoluto in beneficenza

Pescatori di frodo a caccia di polpi. Ma nei "tentacoli", quelli della squadra nautica della polizia, ci finiscono avviluppati loro. E' accaduto ieri, durante un servizio di tutela delle risorse biologiche, quando i poliziotti, a bordo della motovedetta classe "Squalo", hanno sorpreso due pescatori non professionisti che a bordo di due natanti stavano facendo rientro presso il porticciolo del "Cannetto", a Gallipoli. Nel corso del controllo è emerso che i due, entrambi gallipolini, di 42 e 65 anni, avevano appena effettuato una battuta di pesca di molluschi del genere octopus, vale a dire i comuni polpi. Il 42enne ne aveva 8 chili e mezzo, mentre il 65enne ne arrivava fino a 12 chili. Oltre 20 chili di pescato, posto sotto sequestro.

I due pescatori sono stati sanzionati con una contravvenzione di 2mila euro ciascuno. I polpi, non più vivi, ma in stato di buona conservazione, sono stati consegnati in beneficenza presso due istituti caritatevoli, dopo il riconoscimento della specie e su autorizzazione all'immissione alla catena alimentare da parte del veterinario intervenuto su richiesta della questura leccese, Francesco Cacciatore dell'Asl Le/2 di Gallipoli.


In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pesca di frodo: polpi a chili, multe fino a 2mila euro

LeccePrima è in caricamento