Cronaca

Pesca di frodo, sub sorpresi con un quintale di ricci e 18 chili di ostriche

Nell’ambito dell’operazione condotta dalla sezione operativa navale della guardia di finanza di Gallipoli, sono stati beccati inoltre sette diportisti che navigavano senza rispettare il codice della navigazione

 

PORTO CESAREO – Sequestrati oltre 100 chili di ricci di mare e circa 18 chili di ostriche imperiali. Ma i sigilli sono scattati anche per un natante e per l’attrezzatura da sub utilizzata da un uomo per la pesca di frodo, senza la prescritta autorizzazione, che aveva effettuato nell’area protetta della marina di Porto Cesareo.

Non solo. Nell’ambito dell’operazione, finalizzata alla repressione della pesca di frodo, condotta dalla sezione operativa navale della guardia di finanza di Gallipoli, sono stati beccati sette diportisti che navigavano senza rispettare il codice della navigazione. Sequestrato, anche, un motore fuoribordo per mancanza di copertura assicurativa. Diciottomila euro, in totale, le sanzioni elevate dai militari.

I controlli sul demanio marittimo, poi, in particolare alle strutture balneari, hanno consentito il sequestro di un’area demaniale, due pontili e alcuni manufatti in legno per l’accesso al mare, realizzati abusivamente senza autorizzazione.  Denunciate tre persone all’autorità giudiziaria.

In fine, nell’ambito dei controlli effettuati a diverse attività commerciali poste sulle aree pubbliche, i militari hanno irrogato sanzioni per circa 30mila euro per mancanza di autorizzazioni amministrative.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pesca di frodo, sub sorpresi con un quintale di ricci e 18 chili di ostriche

LeccePrima è in caricamento