Cronaca

Pesce spada non tracciato, multa di mille 500 euro per un commerciante

I controlli sono state effettuati in alcuni esercizi commerciali di Gallipoli dai militari della guardia costiera locale

GALLIPOLI - Circa 70 chili di pesce spada sono stati sequestrati dalla guardia costiera di Gallipoli, nel corso di alcuni controlli sulla filiera della pesca che si sono svolti presso alcuni esercizi commerciali della Città Bella.

In un caso, dunque, al momento dei controlli dei militari, il titolare non è stato in grado di fornire la documentazione relativa alla tracciabilità del prodotto ittico sequestrato. A prevederlo, è la normativa di settore a tutela dei consumatori. Oltre al sequestro del pesce, è stata elevata una sanzione di mille e 500 euro.

Il pesce spada, a causa del rischio estinzione dovuto dalla pesca incontrollata della specie, è inserito da anni in piani di tutela pluriennali della Comunità Europea, così come avviene per il tonno rosso.

Per tutelare la specie, il ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali, ha emanato anche per quest’anno un decreto con il quale si vieta la pesca, la detenzione, il trasbordo e lo sbarco di esemplari di pesce spada, che avrà termine il 31 marzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pesce spada non tracciato, multa di mille 500 euro per un commerciante

LeccePrima è in caricamento