Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Pescoluse: i carabinieri spazzano via ombrelloni e lettini abusivi

Un uomo di Morciano di Leuca e due di Salve sono stati denunciati all'autorità giudiziaria per occupazione abusiva del demanio pubblico. I controlli all'alba da Torre Pali a Torre vado dei militari della compagnia di Tricase

 

SALVE – Il discorso è sempre lo stesso, ed è già successo a Torre dell’Orso. Il Comune autorizza alcuni imprenditori a noleggiare ombrelloni e sedie a sdraio, ma solo su espressa richiesta dei clienti e su tratti di spiaggia ben definiti, ma i furbi di turno ne approfittano per invadere l’arenile fin dall’alba, di fatto occupando abusivamente il demanio e “costruendo” veri e propri lidi. E così, nella zona di Salve, i carabinieri della compagnia di Tricase si sono messi di buon mattino in movimento, per perlustrare tutto il tratto da Torre Pali fino Torre Vado, accertando il “trucco in un caso e denunciando tre persone.

Il sequestro di attrezzature, in particolare, è avvenuto nella marina di Pescoluse, proprio la località per la quale alcuni utenti di LeccePrima hanno aperto una petizione, che è al momento in corso, per la raccolta di firme contro questo tipo di sfruttamento indiscriminato dei luoghi di tutti.

Qui, dunque i carabinieri hanno denunciato a piede libero, per occupazione abusiva di spazio demaniale, A.V.Q., 57enne di Morciano di Leuca, con precedenti di polizia, V.G., 35enne e C.A.R., 52enne, entrambi di Salve, incensurati.

I tre, autorizzati dal Comune di Salve a noleggiare ombrelloni e lettini, dovevano svolgere la loro attività senza, però, poter occupare alcun tratto di spiaggia. L’autorizzazione concessa dall’amministrazione comunale, prevede la possibilità di collocare ombrelloni e lettini in un tratto di spiaggia ben definito, ma a cura della stessa utenza. I tre, quindi, non erano certo autorizzati a riempire preventivamente la spiaggia di ombrelloni e lettini vuoti, per poi farvi accomodare i clienti. I carabinieri hanno verificato che ampie superfici di spiaggia erano già state occupate da ombrelloni e lettini di proprietà dei tre, i quali, invece di limitarsi a consegnare ai propri clienti le attrezzature che noleggiavano, avevano, di fatto, realizzato dei piccoli stabilimenti balneari occupando spazi che sarebbero dovuti rimanere a disposizione di tutti.

All’arrivo dei militari, erano già stati posizionati otto ombrelloni e sedici lettini che, in tutto, avevano sottratto circa ottanta metri quadrati di spiaggia ai bagnanti. Oltre alla denuncia in Procura, i tre sono stati segnalati all’amministrazione comunale di Salve che potrà decidere di revocare la concessione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pescoluse: i carabinieri spazzano via ombrelloni e lettini abusivi

LeccePrima è in caricamento