Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Misteriosa aggressione nella notte. Un 33enne finisce in ospedale

A Surbo, due individui col volto coperto, hanno pestato un uomo di 33 anni. Durante la notte scorsa, hanno fermato la vittima mentre rincasava, sferrandogli diversi colpi. Dissidi personali tra le cause

Foto LeccePrima

SURBO - Stava per rincasare alle tre della notte, in un orario in cui, date le temperature poco clementi, non vi era presenza umana in giro. In una delle strade, neppure tanto centrali, di Surbo, poco distante dalla sua abitazione Lo hanno fermato lì, probabilmente dopo averlo atteso. Trattenuto, strattonato. Poi gli hanno sferrato alcuni colpi dai quali la vittima, Igrif Maroccia , un operaio 34enne nato in Germania, ma residente a Surbo, incensurato, ha tentato in tutti i modi di difendersi -con  braccia e  mani - che, alla fine, gli sono costate alcune fratture.

Quando i due aggressori, incappucciati  si sono dileguati a piedi per le stradine del borgo, il 33enne si è immediatamente rivolto al 112, allertando i carabinieri della compagnia di Lecce. Intervenuti sul luogo della vicenda, non hanno potuto fare altro che accertare la veridicità della telefonata. Condotto presso l'ospedale "Vito Fazzi" del capoluogo salentino, in condizioni apparse preoccupanti, all'operaio sono state riscontrate una serie di fratture agli arti superiori e numerose escoriazioni sul corpo, dichiarate guaribili in circa 25 giorni. Questo il racconto che Maroccia avrebbe fornito ai militari dell'Arma. Che hanno da subito avviato le fasi investigative per risalire ai responsabili del pestaggio. L'operaio ha dichiarato di non aver riconosciuto nessuno dei due aggressori, ma ha fornito ai carabinieri elementi utili alle indagini. Dissidi di natura  personale  sembrerebbero, al momento, costituire la principale pista  investigativa.

 

 

 

 

 

 

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Misteriosa aggressione nella notte. Un 33enne finisce in ospedale

LeccePrima è in caricamento