Cronaca Stadio / Largo Vittime del Terrorismo

Paura nella notte. Esplode un grosso petardo e danneggia il bagno del mercato

Un piccolo ordigno piazzato da alcuni balordi, all'imbocco di un tubo esterno dei servizi igienici nel piazzale conosciuto come Settelacquare, ha creato un solco e divelto i mattoni. A scorgere l'accaduto barista e custode, i quali si sono rivolti alle forze dell'ordine. Sul posto, gli artificieri dell'Arma

I danni provocati dal grosso petardo alll'edificio

LECCE – Nel clima di tensione generale che aleggia sulla città, l’ennesimo atto vandalico lo avrebbero potuto evitare. E, invece, nella notte, una comitiva di ragazzi- è ciò che si sospetta- ha piazzato un petardo di grosse dimensioni, all’esterno dei bagni del mercato di Largo Vittime del terrorismo, meglio noto come Settelacquare.  Lo hanno lasciato in un tubo che attraversa la parete, e il danno arrecato è visibile da diversi metri.

La deflagrazione ha, infatti, demolito una porzione di muro, quella posta accanto alla finestra dei servizi igienici protetta da una grata metallica e con il vetro già crepato a causa di precedenti episodi vandalici. Gesti che, del resto, si erano verificati anche durante l’estate scorsa. Quando un sasso lanciato da alcuni balordi, mandò in frantumi la vetrata dello stabile che ospita le attività commerciali. Dall’interno della toilette, è ancora più evidente. Il botto ha formato un vero e proprio solco, che i dipendenti del Comune di Lecce, intervenuti per un sopralluogo, si sono impegnati a riparare a breve. Anche perché, dovesse venire giù la pioggia, i rischi sarebbero facilmente immaginabili.

Ad accorgersi dell'episodio,  avvenuto presumibilmente intorno all’una della notte, dapprima il gestore del bar del posto. Erano circa le tre e mezzo quando è arrivato per aprire la caffetteria e si è rivolto alle forze dell’ordine. Sul posto sono giunti i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia leccese, assieme ai colleghi artificieri. Il danno era così evidente  che, nell’atmosfera pesante che incombe nelle ultime settimane su Lecce, si è temuto potesse trattarsi di un vero e proprio ordigno. E, invece, durante il sopralluogo, i militari dell’Arma hanno constatato che altro non era che un comune petardo di quelli utilizzati, come ogni anno, nel periodo natalizio. Ma un po’ più potente rispetto alla norma.

2foto-2Quando, intorno alle 7, è poi arrivato anche il custode dei bagni pubblici, ha nuovamente allertato i carabinieri, non riuscendo a spiegarsi che cosa fosse potuto accadere. Non vi sono dubbi, da parte di commercianti e inquirenti, che si sia trattato di un atto vandalico, quasi certamente messo a segno da una delle comitive che, fino a notte inoltrata, occupano la via sul retro della toilette.

La tensione, palpabile questa mattina, stata registrata tra i gestori dei negozi del mercato.  Poco distante dal piazzale, infatti, cinque di pistola di pistola sono stati esplosi in direzione delle vetrine del “Bar Carletto”, nella vicina Piazza Partigiani, meno di una settimana addietro. Un episodio al quale è poi seguita la bomba che ha danneggiato il Caffè Paisiello, nel centro storico, facendo montare la paura tra gli esercenti di Lecce, i quali temono di non poter godere della sicurezza minima per poter svolgere il proprio lavoro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paura nella notte. Esplode un grosso petardo e danneggia il bagno del mercato

LeccePrima è in caricamento