Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Piazzetta Santa Chiara, ritorno al passato

Nuovo look per il largo che si trova nel cuore di Lecce. Verrà eliminato il marciapiede, creato il basolato e portato in quota con il manto stradale. Costo dell'opera: 600mila euro

Il progetto di riqualificazione di piazzetta Santa Chiara

Piazzetta Vittorio Emanuele II, meglio conosciuta dai leccesi come piazzetta Santa Chiara (nome che trae spunto dall'antica chiesa che sorge di fronte), un angolo nel cuore di Lecce a pochi passi da piazza Sant'Oronzo, riscopre le sue origini. Al termine dei lavori, che saranno avviati fra giugno e luglio e che dureranno 14 mesi, il luogo tornerà come si vede nelle cartoline d'epoca. Ovvero, aiuole e alberi resteranno al loro posto, ma scomparirà tutto il cemento.

Via marciapiedi, via colate di asfalto sulle strade che la costeggiano. Al loro posto, sorgerà il basolato. Creando uno strato uniforme, oltretutto, in cui sarà più agevole il passeggio, perché piazza e vie adiacenti si ritroveranno sullo stesso livello. Come dire, piazzetta Santa Chiara scende dal suo antiestetico piedistallo fatto di mattonelle grigie per tornare in quota.

Il progetto è stato presentato questa mattina a Palazzo Carafa da Paolo Perrone, vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici, insieme a Patrizia Erroi, ideatrice del progetto e responsabile del procedimento, e Piergiorgio Solombrino, ingegnere capo del Comune di Lecce.


L'intera operazione verrà a costare 600mila euro: primo e secondo stralcio, rispettivamente di 200mila e 268mila euro, provengono da prestiti obbligazionari; la Banca d'Italia, a sua volta, contribuisce con 132mila euro. La direzione dei lavori sarà affidata all'architetto Gianni Francia. Impresa appaltatrice dei lavori è la Marullo Costruzioni di Calimera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazzetta Santa Chiara, ritorno al passato

LeccePrima è in caricamento