rotate-mobile
Giovedì, 2 Febbraio 2023
Cronaca

Denunciato un 30enne per maltrattamenti al padre. La sorella chiama la polizia

In più circostanze, l'ultima ieri pomeriggio, un uomo di Villa Convento avrebbe fatto ricorso alla violenza nei confronti dell'anziano congiunto. Secondo i familiari la causa risiederebbe nella frequente assunzione di bevande alcoliche

VILLA CONVENTO (Lecce) – Potrebbe essere l’assunzione ad aver scatenato i comportamenti violenti di T.V., 30enne, residente con la famiglia a Villa Convento. E proprio contro i genitori l’uomo si sarebbe scagliato più volte, di recente, fino all’ultimo episodio, ieri pomeriggio, che gli è costato una denuncia a piede libero per maltrattamenti, minacce, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.

Agli agenti della sezione volanti giunti nella frazione dei comuni di Lecce e Novoli, la sorella del 30enne ha riferito della consuetudine violenta del fratello che, nella fattispecie, si era esplicitata in percosse e minacce di morte al padre, di 73anni.

L’anziano, da parte sua, ha riferito di essere stato vittima prima di uno strattone, poi di una serie di schiaffi, ma  anche del lancio di un coltello che lo ha colpito lievemente al petto senza fortunatamente causargli lesioni. Il 73enne ha confessato ai poliziotti di imputare l’atteggiamento violento del figlio agli effetti dell’alcol. Il presunto aggressore, anche dopo l’intervento delle forze di polizia, ha continuato ad inveire nei confronti dei familiari e degli agenti, dai quali alla fine è stato bloccato non senza difficoltà.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Denunciato un 30enne per maltrattamenti al padre. La sorella chiama la polizia

LeccePrima è in caricamento