menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

“Picchiata col rischio di abortire”, ma lui dal carcere nega: “L’ho lasciata e ora vuole vendicarsi”

Ha respinto le accuse il giovane di Campi Salentina arrestato con l’accusa di aver maltrattato la ex fidanzata in dolce attesa. Al vaglio del giudice, l’istanza di scarcerazione presentata dal legale

Si sarebbe trattato solo di una ripicca della ex, con la quale aveva deciso di chiudere i ponti perché stremato dai continui litigi e da una convivenza diventata insostenibile. Su di lei non avrebbe mai usato alcuna violenza, tanto più che in grembo porta suo figlio.

Sono questi i passaggi salienti dell’interrogatorio di garanzia che si è svolto in mattinata nei riguardi del 26enne di Campi Salentina, in carcere con l’accusa di aver maltrattato la fidanzata. Al termine del confronto col gip Giovanni Gallo, il giudice che ha firmato l’arresto, l’avvocato difensore Paolo Muci ha presentato istanza di revoca della misura cautelare e in subordine di una sua attenuazione, sulla quale si pronuncerà prima il pubblico ministero.

Insomma, stando alla difesa, la presunta vittima si sarebbe recata nell’ospedale di Brindisi per minacce d’aborto ma queste non sarebbero in alcun modo riconducibili alle presunte aggressioni che la stessa sostiene di aver subito; il 26enne inoltre ha precisato di non aver più visto la ragazza dal 25 ottobre scorso, quando le comunicò la decisione di voler interrompere la relazione.

Ora non resta che attendere la decisione del giudice.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento