Cronaca

Pietre contro i tifosi leccesi e la polizia, denunciati tre tifosi della Nocerina

Ci sono i primi provvedimenti, dopo la notte di scontri nel corso del match notturno dell'ottobre scorso. I sostenitori campani che cercarono di aggredire i salentini giunti in pullman e che ferirono un ispettore sono stati identificati e deferiti all'autorità giudiziaria

NOCERA INFERIORE – Ci sono i primi provvedimenti per i tafferugli fra tifoserie, avvenuti all’esterno dello stadio di Nocera Inferiore nell’ottobre scorso, a margine della gara di Coppa Italia Lega Pro fra Nocerina e Lecce, quando scoppiarono scintille fra gruppi di sostenitori campani e una cinquantina di leccesi giunti in pullman, senza biglietto.

Questa mattina, infatti, gli agenti di polizia del commissariato di Nocera Inferiore hanno denunciato a piede libero R. L., 23enne di Nocera Inferiore, A. B., 21enne di Nocera Superiore e D. R., 27enne di Nocera Inferiore.

I tre tifosi sono ritenuti responsabili del lancio di materiale pericoloso in occasione di manifestazioni sportive, lesioni dolose aggravate nei confronti di un ispettore di polizia, violenza e resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato.

Secondo quanto rilevato nel corso delle indagini, quella sera, un gruppo di tifosi della Nocerina, che era già all’interno del settore curva sud dello stadio San Francesco, avendo notato la presenza dei salentini in prossimità dello stadio, avrebbero deciso di organizzare una vera e propria spedizione punitiva, abbandonando lo stadio e forzando il servizio degli steward per poi aprire i cancelli e dirigersi verso i “nemici”, a loro volta vigilati dai poliziotti del commissariato.

I nocerini, incuranti della presenza delle forze dell’ordine, avrebbero iniziava a lanciare pietre ed altri oggetti contundenti in direzione dei leccesi e, di conseguenza, anche contro i poliziotti che li scortavano.

A causa del fitto lancio di oggetti, sono state danneggiate diverse auto sia di cittadini, delle forze dell’ordine e un ispettore, colpito alla gamba destra da una grossa pietra, ha riportato la lesione del tendine. Il pericoloso lancio di oggetti è terminato solo dopo la risposta, con lacrimogeni, da parte delle forze dell’ordine, in grado, solo in questo modo, di disperdere i facinorosi ed evitare più gravi conseguenze.

Le varie fasi dell’aggressione sono state riprese da personale della polizia e, durante l’indagine, nonostante i tifosi nocerini avessero tutti il volto coperto e l’orario notturno del match che rendeva l’identificazione ancora più difficile, gli investigatori sono riusciti a risalire ai presunti responsabili.

Il gip Paolo Valiante del tribunale di Nocera Inferiore ha emesso nei loro confronti le misure cautelari che impongono l’obbligo di presentarsi presso il commissariato di pubblica sicurezza di Nocera Inferiore in occasione degli incontri di calcio della Nocerina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pietre contro i tifosi leccesi e la polizia, denunciati tre tifosi della Nocerina

LeccePrima è in caricamento