Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Pistola in pugno: assalto in un'area di servizio

Rapina a mano armata, l'ennesima ai danni di un distributore di benzina. Un bandito solitario, pistola in pugno, ha arraffato circa 300 euro dalle tasche del gestore della "Q8" alle porte di Lecce

distributore-6

Continua la sequela di rapine compiute ai danni dei distributori di benzina disseminati sull'intero territorio provinciale. Aree di servizio trasformate ormai da mesi nella merce preferita da depredare per i banditi che agiscono da soli o in gruppo, spesso in due. Nel tardo pomeriggio di oggi, poco dopo le 18, si è consumato l'assalto a mano armata messo a segno da un rapinatore solitario, all'interno dell'area di servizio "Q8" all'uscita Lecce-Maglie nei pressi dell'uscita per via Cicolella, a Lecce. Il bandito, sfruttando l'assenza di clienti e di operai, si è intrufolato negli uffici dove si trovava il solo gestore, impegnato nel conteggio dell'incasso quotidiano.


Pistola in pugno, volto travisato da passamontagna, il rapinatore ha tenuto sotto scacco il malcapitato, brandendo l'arma e soggiogandolo con minacce pesanti. Si è fatto consegnare circa 300 euro per poi togliere velocemente il disturbo, fuggendo a piedi verso le campagne circostanti. L'area di servizio risulta sprovvista di un sistema di telecamere a circuito chiuso. Il bandito, descritto come una persona non molto alta, con ogni probabilità era atteso da un complice, ma il gestore ascoltato dagli inquirenti della sezione volanti non ha saputo fornire ulteriori elementi. E' il primo colpo tentato e andato a segno in una stazione di carburanti alle porte di Lecce. Sinora i malviventi avevano girato a vista dal capoluogo preferendo puntare il territorio provinciale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pistola in pugno: assalto in un'area di servizio

LeccePrima è in caricamento