Pistola nei pantaloni, torna in libertà con obbligo di firma il giovane arrestato

La decisione del gip. Il 32enne Marco De Luca era stato stato fermato nel rione Castromediano dalla polizia ed aveva dichiarato di aver trovato l’arma per terra

LECCE - Viene scarcerato e torna in libertà, anche se avrà l’obbligo quotidiano di presentarsi in questura al cospetto della polizia giudiziaria, Marco De Luca, il 32 leccese fermato la sera del 27 gennaio scorso nel rione Castromediano dagli agenti del Reparto prevenzione crimine della questura e trovato in possesso di una pistola calibro 7.65 infilata nei pantaloni. I poliziotti, coadiuvati dai colleghi della sezione volanti, dopo una segnalazione erano prontamente intervenuti e avevavo fermato il giovane in via Sallustio. Il magistrato di turno, Stefania Mininni ne aveva disposto l’arresto per porto di arma clandestina e munizionamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nell’udienza di convalida dell’arresto, dinnanzi al gip Sergio Mario Tosi, il giudice, valutato anche il fatto che l’uomo è incensurato e dall’assenza di carichi pendenti a suo carico, ha disposto la scarcerazione ritenendo comunque adeguata la misura cautelare dell’obbligo di presentazione periodica alla polizia giudiziaria e di firma pomeridiana in questura. Il 32enne è difeso dall’avvocato Benedetto Scippa. De Luca ha ribadito in sede di interrogatorio di aver trovato l’arma, una Deutsche Werke di vecchia fabbricazione, per altro pronta all’uso perché il caricatore era inserito e conteneva tre cartucce, per terra e quindi in maniera del tutto casuale e negando invece fermamente il possesso volontario. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento