rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Cronaca Cavallino

Pistola nei pantaloni, torna in libertà con obbligo di firma il giovane arrestato

La decisione del gip. Il 32enne Marco De Luca era stato stato fermato nel rione Castromediano dalla polizia ed aveva dichiarato di aver trovato l’arma per terra

LECCE - Viene scarcerato e torna in libertà, anche se avrà l’obbligo quotidiano di presentarsi in questura al cospetto della polizia giudiziaria, Marco De Luca, il 32 leccese fermato la sera del 27 gennaio scorso nel rione Castromediano dagli agenti del Reparto prevenzione crimine della questura e trovato in possesso di una pistola calibro 7.65 infilata nei pantaloni. I poliziotti, coadiuvati dai colleghi della sezione volanti, dopo una segnalazione erano prontamente intervenuti e avevavo fermato il giovane in via Sallustio. Il magistrato di turno, Stefania Mininni ne aveva disposto l’arresto per porto di arma clandestina e munizionamento.

Nell’udienza di convalida dell’arresto, dinnanzi al gip Sergio Mario Tosi, il giudice, valutato anche il fatto che l’uomo è incensurato e dall’assenza di carichi pendenti a suo carico, ha disposto la scarcerazione ritenendo comunque adeguata la misura cautelare dell’obbligo di presentazione periodica alla polizia giudiziaria e di firma pomeridiana in questura. Il 32enne è difeso dall’avvocato Benedetto Scippa. De Luca ha ribadito in sede di interrogatorio di aver trovato l’arma, una Deutsche Werke di vecchia fabbricazione, per altro pronta all’uso perché il caricatore era inserito e conteneva tre cartucce, per terra e quindi in maniera del tutto casuale e negando invece fermamente il possesso volontario. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pistola nei pantaloni, torna in libertà con obbligo di firma il giovane arrestato

LeccePrima è in caricamento