Controllo nell'abitazione, trovati oltre 3 chili di marijuana: arrestato

A Poggiardo i carabinieri della stazione locale hanno contestato la detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio a un 38enne. La sostanza era custodita all'interno di quattro voluminosi sacchi. E' finito ai domiciliari

POGGIARDO – Ancora un ingente quantitativo di marijuana sottratto al mercato. Dopo l’arresto eseguito dai carabinieri della stazione di Sannicola a Tuglie, n’è arrivato un secondo, messo a segno, questa volta, dai militari di Poggiardo. E in arresto è finito Antonio Donato Resta, 38enne del posto. Di “erba”, in casa, ne aveva a volontà. I carabinieri ne hanno trovata per 3 chili e 210 grammi, divisa in quattro, voluminose buste.

Il controllo è avvenuto nel primo pomeriggio di ieri. I carabinieri della stazione locale, dipendenti dalla compagnia di Maglie, da diverso tempo avevano acquisito informazioni su una possibile attività illecita. Così, hanno svolto un approfondimento, trovando la marijuana e contestando all’uomo la detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. Il carico di droga è stato sottoposto a sequestro. Resta si trova al momento ai domiciliari.

ARRESTO POGGIARDO 1-3Come detto, a Resta i carabinieri non sono certamente arrivati per caso. Né è stato semplice incastrarlo. Lo stavano seguendo da un po' di tempo. E dal controllo di diversi assuntori, hanno raccolto diversi indizi che il pusher fosse proprio lui. Non solo. Per trovare la marijuana, i militari hanno dovuto effettuare perquisizioni in tre luoghi diversi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

RESTA DONATO ANTONIO-3Al momento del fermo, Resta si è difeso sostenendo che si trattasse di cannabis legale (sativa). Ma, stando agli accertamenti, sembra non rivesta la qualifica di imprenditore agricolo, tantomeno disporebbe di certificazioni di sementi o di fatture di acquisto. Non avrebbe saputo spiegare nemmeno dove l'avesse eventualmente acquistata. E, a quanto pare, non l'avrebbe coltivata lui.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza di 22 anni trovata morta in appartamento: è mistero

  • "La moneta da 1 euro non c'è più nel carrello". E lui chiama la polizia

  • Infezione da Covid-19: sono 56 i casi positivi nel Salento, 6 a Lecce

  • Cade dagli scogli in un punto impervio, ferito recuperato con l'elicottero

  • Tragedia in ospedale: si lancia dal quarto piano, muore donna 73enne

  • Covid, quattro casi e un decesso nel Leccese. Movida: controlli straordinari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento