menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio.

Foto di repertorio.

Alla festa dei 30 anni piomba la polizia: in 23 in casa, uno era nascosto nell'armadio

La segnalazione nel quartiere Stadio, da parte dei residenti. In un appartamento al primo piano, trovato il gruppo di ragazzi senza mascherina. Un partecipante, peraltro pregiudicato, ha cercato di sfuggire al controllo

LECCE – Non ha avuto il tempo di spegnere le candeline: a "fargli la festa" è stata infatti la polizia. Musica a tutto volume, schiamazzi e urla di ragazzi per celebrare un trentesimo compleanno. Ma la cena è terminata con le sanzioni per tutti. Nella tarda serata di ieri, alcuni residenti del quartiere Stadio di sono rivolti alla sala operativa del 113 per segnalare quelle urla. Individuato l’appartamento al primo piano, da cui provenivano schiamazzi, urla e musica e, dopo essere entrati nel condominio, i poliziotti hanno bussato ripetutamente al portoncino. In un primo momento, qualcuno ha pensato a uno scherzo.

Al loro arrivo nell’abitazione segnalata, gli agenti della sezione volanti hanno trovato un folto gruppo di ragazzi, intenti a fare festa nonostante le restrizioni dovute alla pandemia in corso. Ad aprire è stato lo stesso proprietario di casa, il festeggiato, che aveva pensato bene di organizzare la festa del suo trentesimo compleanno invitando gli amici. Un bel po' di amici Infatti, nell’appartamento erano presenti ben 23 partecipanti, bevanda alcolica in mano e tutti senza mascherina sul volto. Né, ovviamente, potevano trovarsi a una distanza di sicurezza l’uno dall’altro all’interno di un appartamento di normali dimensioni. 

Ma non è tutto. C’è persino chi si era nascosto dentro un armadio: al momento dell’ispezione, infatti, la polizia ha trovato, all’interno del mobile nella camera da letto, un trentenne, risultato essere pluripregiudicato e affidato in prova ai servizi sociali. Visto il numero dei presenti alla festa, sono giunti gli altri agenti per identificarli. Al termine del controllo sono stati tutti sanzionati per inosservanza della normativa anti contagio. Una cena costata davvero "cara" e un trentesimo compleanno che difficilmente il festeggiato potrà scordare.

          

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento