Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Polizia, celebrato San Michele Arcangelo. E poi spazio al "Family Day"

Questa mattina il cappellano don Antonio Sozzo ha celebrato presso la chiesa del Sacro Cuore di viale Gallipoli la tradizionale messa in occasione della festività. I figli dei dipendenti in servizio presso la questura di Lecce, in viale Otranto, hanno potuto visitare i luoghi di lavoro

LECCE - Questa mattina il cappellano don Antonio Sozzo ha celebrato presso la chiesa del Sacro Cuore di viale Gallipoli la tradizionale messa in occasione della festività di San Michele Arcangelo, patrono della Polizia di Stato. La cornice era composta di autorità civili, altre forze dell’ordine, dipendenti della questura salentina e loro familiari.

San Michele Arcangelo è stato proclamato patrono e protettore da Papa Pio XII nel 1949. I cristiani lo considerano il più potente difensore del popolo di Dio, nella lotta del bene contro il male. Per questo è anche simbolo dell’impegno che, ogni giorno, il poliziotto affronta al servizio dei cittadini per garantire l’ordine e l’incolumità delle persone e la difesa delle proprietà.

Nel pomeriggio, spazio dedicato alla festa e alle sorprese. I figli dei dipendenti in servizio presso la questura di Lecce, in viale Otranto, hanno potuto visitare i luoghi di lavoro dei loro genitori. Il tutto, nell’ambito del consueto “Family Day”, durante il quale hanno potuto vedere da vicino gli strumenti per le indagini scientifiche, la centrale operativa che raccoglie le segnalazioni al 113 smista le volanti sui luoghi d'intervento e gli altri uffici.

Il questore di Lecce, Pierluigi d’Angelo ha colto l’occasione per porgere i suoi più sentiti ringraziamenti a tutte le autorità intervenute tra le quali il prefetto, Claudio Palomba, per la vicinanza da sempre dimostrata alla Polizia di Stato nella provincia di Lecce.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia, celebrato San Michele Arcangelo. E poi spazio al "Family Day"

LeccePrima è in caricamento