Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Tuglie

Polizze assicurative false: denunciati padre e figlio

Truffati decine di automobilisti che ignari stipulavano contratti assicurativi Rc auto con i falsi agenti. Nell'abitazione di Tuglie rinvenuti un computer e materiale utilizzato per la contraffazione

Ormai erano entrati pienamente nel ruolo dei personaggi che interpretavano: padre e figlio, ambedue di Tuglie, agenti per una grossa compagnia di assicurazione di Rc auto. Così, anche se i contatti con la sede centrale della compagnia assicurativa non li avevano mai presi, si spacciavano con i loro clienti ugualmente per agenti. La truffa è andata avanti fino a quando non sono stati scoperti dai carabinieri della stazione di Sannicola, che hanno denunciato padre e figlio, rispettivamente di 56 e 24 anni, per falso e truffa aggravata.

L'indagine condotta dai militari è andata avanti per circa tre mesi ed era partita dopo che gli investigatori avevano avuto modo di notare un bel numero di auto che circolavano con il contrassegno fasullo. Padre e figlio si erano talmente specilizzati che ormai stipulavano regolarmente, si fa per dire, contratti assicurativi Rc auto con tanto di intestazione della nota compagnia assicurativa, ma tutti abilmente falsificati con l'utilizzo di scanner e computer.

La perquisizione domiciliare a casa dei truffatori ha permesso ai carabinieri di rinvenire numerose polizze assicurative false, tutte intestate ad automobilisti di Tuglie, Alezio, Sannicola e Gallipoli che per la maggior parte dei casi era ignara di essere stata raggirata. Nell'abitazione di Tuglie i militari hanno inoltre trovato e sequestrato materiale utilizzato per la contraffazione e un computer con i files delle polizze contraffatte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizze assicurative false: denunciati padre e figlio

LeccePrima è in caricamento