rotate-mobile
Cronaca

Pomeriggio di terrore per un imprenditore: condotto allo stadio e pestato

Le volanti di polizia sono a caccia di due individui, indicati come autori di un'aggressione ai danni di un 44enne titolare di un'attività della zona di piazza Ariosto. L'avrebbero condotto in periferia a bordo di un'auto e preso a pugni. Condotto in ospedale, al "Fazzi", la prognosi è di quindici giorni

LECCE – E’ finito al pronto soccorso dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce con una prognosi di quindici giorni per lesioni subite nel corso di un’aggressione, che è stata forse l’atto finale di una discussione molto animata.

Tutto s’è consumato nell’arco di un pomeriggio molto movimentato. La vittima è un piccolo imprenditore del capoluogo di 44 anni, titolare di un’attività che ha sede nella zona di piazzale Ludovico Ariosto. Il caso è al vaglio della questura di Lecce. Il primo intervento è stato eseguito dagli agenti di polizia delle volanti. Le indagini in seguito passeranno alla squadra mobile.

Fra le varie cose che gli investigatori sono riusciti a sapere, il fatto che il 44enne avrebbe contratto un debito. Una somma non molto alta. Non sarebbe, cioè, superiore ai mille euro. Che sia il movente del brutale pestaggio? Solo una delle tesi, per il momento. La polizia sta cercando di fare luce su ogni situazione. L’uomo, fra l’altro, ha indagini pendenti per altre vicende legate al passato – comunque piuttosto marginali - e che sono in mano ai carabinieri.

Una cosa, però, sembra certa. Lui quei due giovani (pressappoco 25enni, dalle descrizioni) che l’hanno malmenato non li conoscerebbe. Sarebbero passati a prelevarlo direttamente nei pressi del suo ufficio a bordo di una Fiat 500 Abarth grigia. Lui era nelle immediate vicinanze. L’avrebbero letteralmente sospinto nell'abitacolo e condotto in periferia, verso lo stadio “Via del Mare”. Da quel punto della città, ci vogliono pochi minuti a raggiungere l’impianto sportivo.

L’auto si sarebbe fermata in piazzale Attilio Adamo, quindi alle spalle della Curva Sud. E proprio qui l’avrebbero aggredito. Due violenti cazzotti e qualche calcio da parte di uno dei due in particolare, tanto da tramortirlo, prima di andarsene. Alcune persone di passaggio l’hanno notato dolorante per terra ed hanno richiesto l’intervento del 118.

Oltre a un’ambulanza, però, è giunta sul posto anche una volante. La vittima è stata trasportata presso l’ospedale di Lecce e qui tenuta a lungo in osservazione, ma anche ascoltata dalla polizia. Sulla vicenda nessuno si sbilancia. La storia, un vero e proprio giallo, è aperta praticamente a ogni ipotesi, in questo momento. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pomeriggio di terrore per un imprenditore: condotto allo stadio e pestato

LeccePrima è in caricamento