rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Cronaca Porto Cesareo

Uomo disperso in mare: la barca a miglia dalla costa, ritrovato vivo

Si cercava un 60enne di Porto Cesareo. Non aveva fatto rientro e così erano stati richiesti soccorsi. A tarda ora allarme rientrato: ritrovato da pescatori su un gozzo

PORTO CESAREO – Sono state ore di forte apprensione, quelle trascorse oggi, per le sorti di Roberto Paladini, 60enne di Porto Cesareo, uscito in barca questa mattina da Sant'Isidoro e per il quale non si avevano più notizie ormai da molte ore. Sub con provata esperienza, era uscito da solo, non dando poi più notizie di sé. E così, con il mancato rientro e l’assenza di risposte alle chiamate, è scattata la richiesta di soccorso.

Paladini è solito avventurarsi da solo, per mare, con la sua barca ombrina di circa 6 metri. Ma oggi non ha fatto rientro, lasciando famiglia e amici in uno stato di comprensibile ansia. Le ricerche sono iniziate nel tardo pomeriggio e, dopo aver avvisato la guardia costiera, la barca è stata ritrovata a circa 5 miglia al largo rispetto alla costa. A bordo bombole e una pinna, ma dell’uomo nessuna traccia.

Video | Riportato a Santa Caterina

Per le ricerche sono stati chiamati anche i vigili del fuoco del distaccamento di Veglie e del servizio Tas (Topografia applicata al soccorso), oltre agli uomini del nucleo sommozzatori (intervenuti in questo caso da Bari) per effettuare immersioni nell’area del ritrovamento dell’imbarcazione. Poi, a tarda ora, la notizia che ha fatto tirare un sospiro di sollievo a tutti. Una disavventura finita nel migliore dei modi, perché l'uomo è stato notato in mare da alcuni pescatori sportivi su un gozzo di passaggio nella zona di Torre dell'Alto che l'hanno caricato a bordo, trasportandolo nel porto di Santa Caterina, marina di Nardò.

Paladini potrebbe essere caduto mentre risaliva a bordo della sua barca e, a causa della spinta della corrente, non riuscire più a risalire, fino a essere sospinto in lontananza. Protetto dalla muta, alla fine è stato comunque ritrovato e trasportato in salvo sulla costa, a diversi chilometri dal punto di partenza, mentre intorno calava quell'oscurità che avrebbe reso tutti i tentativi di soccorso più complicati.

Stremato e visibilmente scosso per quanto patito, sorretto nel porticciolo dagli operatori del 118 che l'hanno scortato per alcune visite mediche, le sue condizioni sono appare comunque buone e l'allarme è rientrato. Difficilmente situazioni del genere si concludono in questo modo. Per fortuna, questa volta, è andata così. Sfiorando il miracolo.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uomo disperso in mare: la barca a miglia dalla costa, ritrovato vivo

LeccePrima è in caricamento