Cronaca Porto Cesareo

A caccia di ricci, fermato pescatore: scatta una sanzione di 4mila euro

Interventi della guardia costiera fra Porto Cesareo e Torre Lapillo. Trovata anche una rete da posta nella zona A della riserva marina

PORTO CESAREO – Nella cesta di plastica aveva raccolto circa 500 esemplari di ricci di mare, della specie Paracentrotus lividus. Un quantitativo superiore rispetto a quanto consentito dalla normativa in vigore. Per questo, un pescatore sportivo è stato sanzionato dai militari della guardia costiera di Gallipoli. Dovrà sborsare 4mila euro.  

La scoperta è stata fatta all’alba di oggi a Torre Lapillo, marina di Porto Cesareo, nel corso di alcuni controlli mirati.  Gli esemplari di riccio, dopo essere stati sequestrati, sono stati in seguito gettati in mare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso dei controlli nella stessa zona, i militari dell’Ufficio locale marittimo di Torre Cesarea, durante un pattugliamento a bordo di un mezzo navale all’interno dell’Area marina protetta, hanno rinvenuto nella zona A una rete da posta. Si tratta dell’area riserva integrale, quella in cui sono vietate tutte le attività che possano arrecare danno o disturbo all'ambiente marino.

I militari hanno provveduto al recupero e a redigere un’ informativa di reato a carico di ignoti, sia per la violazione delle norme che regolamentano la sicurezza della navigazione, sia per quelle nazionali sulla gestione delle Aree marine protette.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A caccia di ricci, fermato pescatore: scatta una sanzione di 4mila euro

LeccePrima è in caricamento