Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Porto Cesareo

Porto Cesareo, San Lorenzo: tante stelle, niente fuochi

Torna la campagna di sensibilizzazione promossa da Comune e ambientalisti per la notte delle stelle cadenti. Banditi falò, campeggi abusivi e alcool alla guida. Imponente la task-force di controllo

PORTO CESAREO - Torna a Porto Cesareo "Stelle senza fuochi", iniziativa promossa da Comune, Centro di educazione ambientale e Legambiente, in collaborazione con le forze dell'ordine, le associazioni ambientaliste di volontariato e l'Amp, per godere della meraviglia di un cielo di stelle cadenti, in piena sicurezza per l'ambiente. La campagna è stata illustrata nel corso di una conferenza stampa che s'è tenuta nella torre costiera conosciuta come "Torre Lapillo". Presenti, fra gli altri, il presidente del consiglio comunale di Porto Cesareo, Eugenio Sambati, Maurizio Manna, del direttivo nazionale di Legambiente, ed i volontari ambientalisti ospiti del campo nazionale di stanza nella marina.

"Riteniamo - ha spiegato Sambati, a nome del sindaco Vito Foscarini - che riappropriarsi del territorio e della sua naturale bellezza, carpendone le sue enormi potenziali, sia atto di amore e rispetto, capace di stimolare nelle coscienze di tutti, residenti villeggianti e turisti, la volontà univoca verso un miglioramento delle condizioni di vita lungo il litorale cesarino, spesso martoriato da scempi di considerevole portata. Anche grazie alle crescenti campagne d'informazione, prevenzione e sopratutto sensibilizzazione, molte delle quali esempio di successo in tutta la provincia di Lecce, vedasi quella di Mingo per la sicurezza stradale alla quale il comune Jonico ha aderito, che hanno contraddistinto e contraddistingueranno il futuro dell'azione amministrativa di Porto Cesareo".

"Queste attività nascono grazie alle importanti sinergie createsi, tra le associazioni ambientaliste e socioculturali presenti sul territorio cesarino e l'amministrazione comunale", ha fatto eco il consigliere comunale Gino Baldi. "Per quest'intensa giornata vissuta da molti in spiaggia dal tramonto all'alba, vogliamo soprattutto, grazie all'ausilio delle forze dell'ordine e dei nostri vigili urbani che la notte delle stelle sia una notte senza fuochi. Una notte nella quale ad essere esaudito, sia il desiderio di sano divertimento, ma soprattutto di rispetto della flora e della fauna delle nostre coste, del nostro mare e della sicurezza stradale".

Diverse le campagne e le azioni che sono state presentate distintamente nel corso dell'incontro con le tv e la carta stampa. La prima ha riguardato la pubblica sicurezza: l'azione si sviluppa attraverso azioni volte alla sensibilizzazione ed alla prevenzione incendi, al divieto di campeggio lungo tutto il litorale costiero, il rispetto e la salvaguardia del territorio e naturalmente la sicurezza stradale lungo le arterie di collegamento al comune rivierasco dello Jonio.

La seconda è stata spiegata dai volontari del Cea e di Legambiente Maurizio Manna e Luigi Aquaro, i quali hanno illustrato le visite guidate e gli itinerari eco ambientali notturni lungo i percorsi delle terre d'Arneo e lungo i percorsi della transumanza nel parco regionale orientato "Palude del Conte e Duna Costiera". E poi, ancora, l'avvistamento alle stelle con i telescopi che continuerà nei prossimi giorni sulla Torre Lapillo, la degustazione di prodotti tipici locali e soprattutto l'azione di sensibilizzazione e tutela paesaggistica attuata da giorni, dai volontari ambientalisti provenienti da tutta Italia, che hanno battuto tutti i circa 25 chilometri di litorale sabbioso.

La task force delle forze dell'ordine: banditi falò, campeggi abusivi e alcool alla guida

Imponente la task-force messa in campo dalle forze dell'ordine che nella riunione tecnico-organizzativa svoltasi giovedì mattina presso la questura di Lecce e diretta dal questore Tonino Cufalo, ha affidato il coordinamento interforze alla polizia di Stato ed ai carabinieri della compagnia di Campi Salentina. Vigileranno con loro guardia forestale, guardia di finanza, polizia municipale di Porto Cesareo e dell'Union Tre, guardia costiera, vigili del fuoco, polizia provinciale.

Dalle 8 di lunedì 10 agosto e sino alle prime ore del mattino dell'11 agosto, le forze dell'ordine svolgeranno su Porto Cesareo e lungo l'arco jonico un servizio a salvaguardia dell'incolumità delle persone, del litorale e della macchia mediterranea. I turisti saranno invitati a non accendere fuochi poiché, oltre che vietato, potrebbero essere pericolosi per le dune, la flora e la fauna, e provocare incendi. Verranno sensibilizzati quei campeggiatori improvvisati che creano particolari situazioni di disagio igienico-sanitario ed attrito con i regolari villeggianti ed i proprietari di lidi. Il servizio tenderà ad assicurare, alle tante persone che affluiranno, una serata-nottata serena, tutelando, la sicurezza stradale. Tante le postazioni con etilometri per il controllo alcolemico. Sarano inoltre pattugliate le spiagge, le dune e le strade; in mare la guardia costiera, i carabinieri e la polizia marittima pattuglieranno la costa con mezzi navali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto Cesareo, San Lorenzo: tante stelle, niente fuochi

LeccePrima è in caricamento