rotate-mobile
Cronaca Porto Cesareo

Cemento sugli scogli, la guardia costiera interrompe i lavori: sequestro

Il controllo a Porto Cesareo, in località Torre Chianca. Fra i denunciati, presidente del Circolo e impresa esecutrice

PORTO CESAREO – Un’area di circa 200 metri quadrati è stata sequestrata dai militari della guardia costiera dell’ufficio locale marittimo di Torre Cesarea, nel corso di un intervento per interrompere alcuni lavori eseguiti in difformità rispetto ai titoli posseduti. Il controllo è avvenuto a Porto Cesareo, in località Torre Chianca, nella prima mattinata, all’interno di un’area demaniale marittima in concessione nell'Area marina protetta.

CHIANCA 1-2Qui, la ditta esecutrice dei lavori, aveva realizzato dodici supporti in cemento direttamente sugli scogli sui quali poggiare delle travi in alluminio poste alla base di una pedana. I militari hanno così eseguito il sequestro dell'area e delle opere annesse. E’ stato considerato sussistente il pericolo che le operazioni potessero proseguire, se ci fosse stata libera disponibilità dell’area e degli attrezzi, aggravando la situazione.

Tutti denunciati i soggetti coinvolti, tra cui il presidente pro tempore del Circolo nautico, il direttore dei lavori e l’impresa esecutrice delle opere per l’esecuzione di opere non autorizzate e in difformità dei titoli edilizi posseduti, con deturpazione del tratto di scogliera interessato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cemento sugli scogli, la guardia costiera interrompe i lavori: sequestro

LeccePrima è in caricamento