Divampa un incendio sulla barca, operaio 21enne rimane ustionato

Paura nel porto turistico di Leuca. Il ragazzo portato a Brindisi con lesioni di primo e secondo grado agli arti. Travolto da una fiammata all'atto dell'accensione della pompa di sentina su un'imbarcazione da noleggio

Il luogo dell'incidente.

SANTA MARIA DI LEUCA – L’incidente ha rischiato di costargli molto caro. Investito da una fiammata improvvisa, V.S., un operaio 21enne di Gagliano del Capo, è rimasto ustionato a braccio e gamba destra. Lesioni di primo e secondo grado per le quali è stato necessario il trasporto in ospedale, al “Perrino” di Brindisi, presso il reparto specializzato Grandi ustionati.

L’incidente è avvenuto questa mattina, attorno alle 9, nel porto turistico di Santa Maria di Leuca. Il giovane, che lavora per conto della società Blu Salento Noleggio, stava svolgendo alcuni ordinari lavori di manutenzione su una delle barche, un natante di circa 5 metri e mezzo, quando, all’atto di accendere la pompa di sentina, è stato travolto da una violenta fiammata divampata in un istante. È probabile che si fossero accumulati vapori di benzina e che quindi si sia creata un’atmosfera incendiaria, con l’accensione che ha funto da innesco.

d6e8d382-a244-48ca-9b67-27bc6c1e240b-2Le fiamme, per fortuna, si sono diradate subito, tanto che il natante non ha riportato danni seri, ma il malcapitato ha subito ustioni agli arti per le quali è stato soccorso da un’ambulanza del 118 e trasportato d’urgenza in ospedale, a Brindisi. Sul luogo dell’incidente si sono recati i militari della guardia costiera dell’ufficio locale marittimo di Leuca e i carabinieri della stazione di Castrignano del Capo. Ai primi sono delegate le indagini sull’episodio, per il quale è stato avvisato il magistrato di turno.

Nel porto turistico sono intervenuti anche i vigili del fuoco con una squadra del distaccamento di Tricase. Le fiamme, al loro arrivo, si erano già diradate. Hanno lavorato principalmente per mettere in sicurezza l’area.

Santa Maria di Leuca, dunque, ritorna anche oggi nelle cronache per un incidente grave. Ieri, infatti, un imprenditore 61enne, anch’egli di Gagliano del Capo, è stato soccorso dopo una caduta accidentale in un punto impervio della scogliera, tanto che per recuperarlo e trasportarlo in ospedale, al “Vito Fazzi” di Lecce, è stato necessario l’invio di un elicottero dei vigili del fuoco da Bari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi frode col gasolio agricolo, undici arresti e 64 indagati

  • Militari attendono cassiera a fine turno: addosso parte dell’incasso, sospetti ammanchi per 50mila euro

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

Torna su
LeccePrima è in caricamento