Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Nardò

Portoselvaggio, parco da difendere. Premiati studenti

Domani sera la consegna dei riconoscimenti della seconda edizione del concorso "Luigi Tarricone" incentrato sulle problematiche ambientali di Nardò. Una dedica speciale dal Centro Studi Salento Nuovo

"Questa terra è l'unica che abbiamo: Portoselvaggio, un Parco per la Puglia", con questo preambolo (che racchiude in sé il forte radicamento e la voglia di tutela del patrimonio naturalistico da parte della comunità neritina) si concluderà domani sera, 19 settembre, con la premiazione dei vincitori, la seconda edizione del Premio Salento Nuovo intitolato a "Luigi Tarricone". Come esplicitato dalla nota informativa del centro studi di Nardò, l'edizione 2007/2008 del concorso è stata dedicata proprio ai trent'anni anni del Parco di Portoselvaggio. Nel 1978, infatti, si avviò un'ampia e intensa campagna di opinione pubblica, di stampa e di partecipazione democratica che portò alla tutela dell'area di Portoselvaggio e alla destinazione dell'ampio comprensorio a Parco Regionale Naturale. Da qui il Centro Studi Salento Nuovo ha proposto agli studenti delle terze classi delle Scuole Medie di Nardò lo svolgimento di un elaborato sulla realtà del Parco e sull'importanza della salvaguardia dell'ambiente naturale. La partecipazione è stata ancora una volta fattiva e numerosa, basti pensare che hanno aderito al concorso oltre 300 studenti delle scuole del territorio. Ai vincitori saranno consegnati i premi stabiliti nel bando di concorso, mentre alle scuole di appartenenza e partecipanti saranno consegnati dei buoni per l'acquisto di volumi per arricchire il patrimonio delle rispettive biblioteche scolastiche. "Il ritardo nel rispetto dei tempi prefissati" spiegano ancora dal centro studi, "è da imputare a una serie di non prevedibili questioni organizzative che hanno fatto ritardare l'esame e la valutazione degli elaborati, compito che la Commissione ha svolto con apprezzabile impegno e con la riconosciuta competenza dei componenti". Problematiche di poco conto, e ormai superate, in confronto alla valenza della tematica ambientale che ha ispirato il concorso di questa seconda edizione.

Il Centro Studi Salento Nuovo ha voluto simbolicamente dedicare la manifestazione alle Associazioni Ambientaliste di Nardò e alla Comunità del Cibo del Parco di Portoselvaggio. Alle prime per il fondamentale impegno nella difesa dell'ambiente; alla seconda per il contributo all'implementazione di un modello di sviluppo sostenibile radicato nel territorio e geloso delle sue risorse, umane e produttive. La Comunità del Cibo, nell'occasione, presenterà agli intervenuti i prodotti tipici delle aziende che aderiscono all'iniziativa di promozione dello sviluppo del Parco. La cerimonia di premiazione, come accennato in premessa, si svolgerà domani sera a partire dalle 17,30 nella sala convegni della Masseria Torrenova nel Parco di Portoselvaggio. La Commissione che ha vagliato gli elaborati (e composta da Livio Romano, scrittore, Raffaele Onorato, noto speleologo e Presidente della Consulta per l'Ambiente del Comune di Nardò, Angelo Sabia, Capo della Redazione di Lecce della Gazzetta del Mezzogiorno) ha assegnato il primo premio alla giovane Francesca Filograna; il secondo a Silvia Ingusci. Una menzione ex aequo è stata riconosciuta a Giulia My e a Irene Mandolfo. Nella prima edizione furono invece premiati Sara Martano, Joele Spenga (nella forto), Giovanni Cerrati per un tema sul Salento, porta di pace e terra di accoglienza. Alla cerimonia di premiazione organizzata dal centro Studi Salento Nuovo, in collaborazione con il Comune di Nardò, la Comunità del Cibo di Portoselvaggio e la Condotta neretum dello Slow Food, saranno presenti oltre ai componenti della Commissione, anche l'assessore alla Sanità della Regione Puglia, Alberto Tedesco, e i presidi delle Scuole Medie di Nardò, Carlo Longo, Franco Bove e Franco Ingusci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Portoselvaggio, parco da difendere. Premiati studenti

LeccePrima è in caricamento