Cronaca

Posta aperta per soli tre giorni: il sindaco dissente

Salvatore Piconese, primo cittadino di Uggiano, non condivide la rimodulazione del servizio dell'Ufficio postale di Casamassella a soli tre giorni a settimana e chiede un incontro alla direzione

CASAMASSELLA (Uggiano La Chiesa) - Tre giorni di apertura a settimana per le Poste di Casamassella, ma l'amministrazione comunale di Uggiano La Chiesa non condivide la nuova rimodulazione del servizio nella propria frazione, così come stabilito dalla Direzione di Poste Italiane. Per questo il sindaco, Salvatore Piconese, ha chiesto un incontro urgente con il Direttore della Filiale di Lecce, Giuseppe Mazzardo.

Il 28 giugno scorso, è giunta al Comune di Uggiano una comunicazione avente per oggetto la rimodulazione temporanea dei giorni/orari di apertura dell'ufficio postale della frazione di Casamassella, nella quale si avvisava che dal 27 giugno al 18 settembre il servizio sarebbe stato attivo solo per tre giorni la settimana: giovedì - venerdì - sabato, dalle ore 8 alle ore 13. Una disposizione che l'amministrazione comunale non condivide, tant'è che nell'immediato il sindaco ha avuto un colloquio telefonico col Direttore della filiale di Lecce, e successivamente, il 5 luglio, ha inviato una lettera nella quale si sottolineava il disagio fra gli utenti.

"Tale rimodulazione - si specifica nella missiva - non è attinente con le esigenze del territorio, in particolare della frazione di Casamassella, poiché in questo periodo aumenta il traffico e la presenza di villeggianti e turisti. In più, la popolazione locale subisce la chiusura dell'Ufficio postale per metà settimana".

Pertanto, il primo cittadino chiede l'apertura dell'ufficio di Casamassella per tutti i giorni della settimana, al fine di evitare disagi fra gli utenti: "Nell'eventuale impossibilità della direzione di Poste Italiane di garantire il servizio per l'intera settimana, si chiede - conclude Piconese - la rimodulazione dell'apertura dell'Ufficio postale della frazione di Casamassella almeno per giorni alterni".


Ma dopo più di una settimana non c'è stato nessun riscontro, ossia nessuna risposta è giunta al Comune da parte della Direzione di Poste Italiane: ciò ha spinto Piconese, in data odierna, a riscrivere al Direttore della filiale di Lecce Mazzardo, ribadendo così il disagio e il disservizio fra gli utenti della frazione di Casamassella e chiedendo nell'immediato la convocazione di un incontro affinché le richieste avanzate dall'amministrazione comunale vengano discusse e prese seriamente in considerazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Posta aperta per soli tre giorni: il sindaco dissente

LeccePrima è in caricamento