Pressioni sul presidente di un'associazione? Sindaco accusato di concussione

Notifica dell'avviso della conclusione delle indagini preliminari per il primo cittadino di Neviano, Silvana Cafaro

LECCE – Dovrà difendersi dalle accuse di concussione, Silvana Cafaro, 63 anni, sindaco di Neviano cui è stato notificato l’avviso della conclusione delle indagini preliminari. L’indagata è assistita dall’avvocato Giuseppe Corleto.

I fatti contestati riguardano il periodo tra il febbraio del 2014 e l’agosto del 2016. Secondo l’ipotesi accusatoria la 63enne avrebbe fatto pressioni sul presidente dell’Associazione “Integra”, nell’ambito della stipula di una convenzione per un progetto legato ai migranti, in particolare ai richiedenti asilo. Il primo cittadino avrebbe chiesto di assumere determinate persone, utilizzare immobili indicati e persino di rivolgersi a una farmacia ben precisa.

Accuse che potranno essere confutate dalla difesa dell’indagata, che potrebbe chiedere di essere sentita dalla Procura o presentare un memoriale difensivo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

  • Carabiniere ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: “Mi sentivo sobrio”

Torna su
LeccePrima è in caricamento