Cronaca

Presunte molestie ai danni di una dipendente, condannato un 58enne

Oggi è stato condannato in primo grado a 2 anni e due mesi per violenza sessuale e a risarcire la persona offesa con 10mila euro

LECCE – Avrebbe molestato in più occasioni una sua dipendente (all’epoca anche madre della fidanzata del figlio), costringendola a subire palpeggiamenti. Antonio Carriero, 58enne di Monteroni, gestore di alcuni esercizi commerciali nel comune alle porte di Lecce, secondo quanto denunciato dalla donna, le avrebbe toccato il seno e il sedere. Oggi, dopo quattro anni dall’inizio del processo di primo grado, è stato condannato a 2 anni e due mesi per violenza sessuale e a risarcire la persona offesa con 10mila euro.

Il pubblico ministero Stefania Mininni ha chiesto una condanna a 4 anni, ma i giudici hanno escluso l’aggravante e ritenuto il fatto di minore gravità. L’imputato è assistito dagli avvocati Massimo Bellini e Umberto Leo. La donna si è costituita parte civile con l’avvocato Stefania Mercaldi. I fatti contestati sarebbero avvenuti tra l’aprile e l’agosto del 2012. La presunta vittima, alcuni mesi più tardi, ha deciso di denunciare l’imprenditore, dando così avio alle indagini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presunte molestie ai danni di una dipendente, condannato un 58enne

LeccePrima è in caricamento